Calcio&politica: i candidati sindaci tentano di sfruttare l’emotività dei tifosi per far voti

Ecco come i sette candidati sindaci si sono espressi dopo la promozione dell’Avellino in serie C

Calcio&politica hanno sempre viaggiato a braccetto ad Avellino. In occasione della promozione in serie C, c’è chi si è riscoperto tifoso dell’ultima ora, salendo sul carro del vincitore, chi invece ha sempre seguito le gesta della squadra del cuore.

Con la concomitanza delle elezioni per il consiglio comunale, non sono mancati i messaggi dei candidati sindaco sulla scia dell’entusiasmo per accaparrarsi qualche voto in più.

l più plateale è stato sicuramente Luca Cipriano, candidato Sindaco per il centrosinistra, con le liste di “Mai Più”, “Avellino Più”, “Partito democratico” e “Laboratorio Avellino” che nel pre gara si è concesso ad un video, nel post gara ha postato “Mai più serie D” e addirittura in serata si è “permesso” di illuminare di verde la Torre dell’Orologio (visto che il bene è comunale chissà chi l’ha autorizzato ndr). “L’Avellino Calcio e i suoi tifosi sono un patrimonio fondamentale di questa città. Per questo la Torre dell’Orologio illuminata di verde vuole essere un omaggio a tutti i tifosi che hanno seguito la squadra a Rieti e a coloro che l’hanno sostenuta fino all’ultimo da casa”, ha dichiarato Luca Cipriano.

Visto sugli spalti e, addirittura, anche negli spogliatoi di Rieti, il faccione sorridente di Gianluca Festa, candidato sindaco per quattro liste civiche, ad onor del vero, sportivo incallito di calcio&basket: “Sono un uomo di sport, per il calcio è solo l’inizio perché dobbiamo puntare alla serie B”.

Rivendica invece il successo (un po’ azzardato ndr) il candidato sindaco del Movimento 5 Stelle Ferdinando Picariello: “C’è anche del nostro, visto che in 48 ore, la giunta Ciampi (un anno fa) ha salvato il calcio”.

Gli altri invece si sono contenuti. Biancamaria D’Agostino, candidata con la Lega ha voluto ricordare che di calcio ne mastica: “Sono stata legale di fiducia dell’Us Avellino dal 2004 al 2009 (gestione Massimo Pugliese ndr) e conservo dei ricordi stupendi. Sono veramente felice. Nelle difficoltà, i lupi riescono sempre a dare il meglio”.

Amalio Santoro, candidato per il centrosinistra alternativo: “La storia dell’Avellino è profonda legata alla cultura sportiva”.

Per Massimo Passaro de I cittadini in Movimento: “Senza una politica forte, anche il calcio è destinato a perire”.

Il candidato sindaco Dino Preziosi della lista civica La Svolta che annovera nella sua coalizione anche la lista di Forza Italia, dove è candidata Ines Fruncillo, moglie del presidente dell’Avellino Claudio Mauriello scrive “Cosi come per la nostra squadra di calcio oggi serve umiltà e lavoro. Per far tornare grande Avellino”

Su un punto tutti e sette i candidati sindaci si ritrovano: “Un nuovo stadio”.

Potrebbe interessarti

  • Ciro ha bisogno di sangue e piastrine, possiamo aiutarlo?

  • Miss Italia, Montella incorona la sua Miss: è Alessia Bruno

  • Niente festival pirotecnico a Mercogliano: la tradizione si spezza dopo 70 anni

  • Consiglio dell’Ordine degli avvocati di Avellino, ecco i nomi dei candidati

I più letti della settimana

  • Tremendo schianto frontale, quattro feriti

  • Banda al funerale, ma il prete si arrabbia: momenti di tensione in chiesa

  • Dal produttore al consumatore, inaugura ad Avellino la Bottega Campagna Amica

  • Scontro tra auto, tre feriti

  • Ciro ha bisogno di sangue e piastrine, possiamo aiutarlo?

  • Uomo schiacciato dal suo trattore, muore sul colpo

Torna su
AvellinoToday è in caricamento