rotate-mobile
Martedì, 29 Novembre 2022
Politica

Il Monarca De Luca, l'altra faccia del Governatore: "In Campania vi è un problema di democrazia"

Presso l'ex Chiesa del Carmine di Piazza del Popolo, ad Avellino, è stato presentato il libro "Il Monarca. De Luca, una questione meridionale", a cura di Massimiliano Amato e Luciana Libero

Presso l'ex Chiesa del Carmine di Piazza del Popolo, ad Avellino, è stato presentato il libro "Il Monarca. De Luca, una questione meridionale", a cura di Massimiliano Amato e Luciana Libero.

Amato: "Abbiamo chiesto a Letta di quest'anomalia tutta campana, non abbiamo avuto risposta"

"Le monarchie si basano sul rito ereditario. Da questo punto di vista, la Campania è diventata una monarchia" spiega Massimiliano Amato. "De Luca è arrivato ad attaccare il Capo dello Stato, sostenendo che Mattarella è Presidente della Repubblica per il fatto di essere fratello di Piersanti. In Campania c'è un problema di democrazia, dovuto a una propensione, prettamente meridionale, di conservare il potere in una sola persona. Qualcuno parlava del lungo regno di De Mita, durato fino alla sua morte da sindaco di Nusco; allo stesso modo, De Luca è da mezzo secolo in politica, da trenta è amministratore. Non è soltanto una questione dinastica, ma anche di autoconsiderarsi quale regnante vita natural durante".

"Il libro nasce da un'iniziativa di autori, tutti di sinistra, che hanno scritto una lettera a Letta, sottolineando quest'anomalia tutta campana" continua Amato. "Il segretario del PD non ha mai risposto a questa nostra richiesta di delucidazioni. Letta è riuscito a piazzare qui in Campania esponenti che non avevano nulla a che fare con il territorio di questa regione, lasciando a Salerno campo libero a De Luca affinché potesse far eleggere il suo sindaco".

Inoltre: "Nel libro, ospitiamo l'opinione di un grande costituzionalista, Massimo Villone, che menziona l'impraticabilità della politica di De Luca applicata alla Regione Campania. Dovrebbe essere un politico sul viale del tramonto, ma se dovesse passare questa proposta del terzo mandato, si ritroverebbe a governare una Regione a più di ottant'anni".

Libero: "De Luca ha utilizzato i media per fare propaganda sulla sanità durante la pandemia"

"Abbiamo creato un gruppo di intellettuali che si dichiara progressista, ciascuno dei quali ha scritto di aspetti politici e sociologici di De Luca, anche sulla questione meridionale e sul clientelismo" aggiunge Luciana Libero. "Tutto ciò a discapito della maggior parte dei cittadini che resta esclusa da questo banchetto e che fa sì che la Campania sia nelle ultime posizioni in tutti gli aspetti della qualità della vita. Uno dei capitoli del libro riguarda la sanità e, in particolare, quello che è avvenuto durante la pandemia: De Luca ha utilizzato i media per i suoi colpi di scena, mentre a Bergamo c'erano le bare con i defunti. Ha utilizzato i media per fare propaganda. La Campania ha tantissimi problemi sul piano sanitario, questioni che riguardano tutti i suoi capoluoghi e le sue province".

"Lo sceriffo ha un potere temporaneo, il monarca governa in maniera assoluta e autoritaria" conclude la Libero. "Anche in occasione della manifestazione della pace di fine ottobre, in programma a Napoli, vengono utilizzati fondi pubblici ed è tutta propaganda. Ad Avellino invidiano le luci d'artista a Salerno? Nulla da invidiare, si tratta di una calamità che è costata 40 milioni di euro in 10 anni al Comune di Salerno".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Monarca De Luca, l'altra faccia del Governatore: "In Campania vi è un problema di democrazia"

AvellinoToday è in caricamento