rotate-mobile
Politica

Presentato il Comitato "L’Irpinia per Bonaccini - Energia Popolare": “Facciamo nascere una nuova sinistra e un nuovo Partito Democratico”

Il comitato raggruppa forze giovani e radicate sul territorio, che guardano con fiducia alla candidatura del Presidente Bonaccini per la costruzione di un nuovo Partito Democratico: aperto, inclusivo, rappresentativo

Oggi, presso la sede del Partito Democratico di via Tagliamento, si è svolta la conferenza stampa di presentazione del comitato “L’Irpinia per Bonaccini - Energia popolare”. Il comitato raggruppa forze giovani e radicate sul territorio, che guardano con fiducia alla candidatura del Presidente Bonaccini per la costruzione di un nuovo Partito Democratico: aperto, inclusivo, rappresentativo.

I promotori del comitato: Vittorio Ciarcia, Felice Egidio, Barbara Capone, Matteo De Matteis, Daniele Caraglia.

"Abbiamo costituito questo Comitato per sostenere Stefano Bonaccini al ruolo di segretario nazionale; facciamo nascere una nuova sinistra, una nuova politica che sia integralmente umana e un nuovo Partito Democratico", afferma Vittorio Ciarcia, vice Segretario del Partito Democratico di Avellino. "Siamo un gruppo di giovani, ragazze e ragazzi iscritti e militanti del Partito Democratico e siamo consapevoli che rappresentiamo una novità all’interno del panorama politico del Partito Democratico, anche irpino. Abbiamo scelto di sostenere Stefano Bonaccini perché vediamo in lui la figura seria e responsabile che può rilanciare l’azione del partito. Noi chiediamo al nostro candidato di dare concretezza alle proprie parole e di fare In modo che i suoi programmi si trasformino in sostanza e in pratica. Noi chiediamo, quindi, un superamento delle logiche correntizie che hanno soffocato il Partito Democratico in questi anni. Questo deve essere un congresso di rinnovamento, un congresso di cambiamento e di rigenerazione della classe dirigente. Perché il partito, in questi anni, è stato troppo chiuso nei giochi di potere dei capi corrente e poco aperto, invece, agli iscritti e ai militanti del partito”.

"Il PD deve cambiare metodo, puntando soprattutto sulla partecipazione, sull’inclusione e sul coinvolgimento"

“Noi ci aspettiamo un congresso costituente in grado di cambiare soprattutto il metodo, puntando sulla partecipazione, sull’inclusione e al coinvolgimento sulle scelte politiche", prosegue Ciarcia. "Dal punto di vista esterno, invece, il nuovo PD deve essere incentrato innanzitutto sul lavoro, mettendo in campo delle proposte politiche per una piena occupazione. Dobbiamo connotarci come un partito che fa politiche per dare un lavoro a tutti quelli che vogliono e che possono lavorare. Rimanendo in quest’ambito, il sottotema che dobbiamo affrontare è quello della sottoccupazione. Troppo spesso ci dimentichiamo di quelle persone che, pur lavorando, non hanno un reddito consono alle loro conoscenze e competenze. Dobbiamo sostenere un reddito minimo ma anche giusto, degno di vivere una vita che merita di essere vissuta”.

Lotta alle diseguaglianze sociali con uno sguardo all’integrazione europea in senso federale

Vittorio Ciarcia, ancora, pone l'accento sulla lotta alle diseguaglianze sociali, con uno sguardo all’integrazione europeista in senso federale: “Altro punto chiave è quello relativo alla lotta alle diseguaglianze. Diseguaglianze di reddito, di genere o territoriali. Dobbiamo essere un partito che si oppone con forza al progetto di autonomia differenziata portato avanti da questo governo di Destra. Ci troviamo davanti a una proposta che spacca il Paese in venti piccoli stati. Noi non ce lo possiamo permettere e dobbiamo dire fermamente no a questa situazione”. “In ultimo, occorre un progetto che riguardi l’Europa, perché dobbiamo essere un partito in grado di sostenere gli “Stati Uniti d’Europa”. Dobbiamo essere all’avanguardia, procedendo con l’integrazione europeista in senso federale. Questa Europa, così com’è, blocca la nostra politica; facendo vivere male principalmente i cittadini degli stati del Sud Europa. Solo così può nascere una nuova sinistra e un nuovo Partito Democratico", conclude. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Presentato il Comitato "L’Irpinia per Bonaccini - Energia Popolare": “Facciamo nascere una nuova sinistra e un nuovo Partito Democratico”

AvellinoToday è in caricamento