menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Con Festa "nulla è cambiato": Cipriano attacca, Negrone risponde

Botta e risposta tra il consigliere di minoranza e l'assessore sullo stato della Città

L'assessore all'ambiente di Avellino, Giuseppe Negrone, risponde alle critiche mosse ieri via social dal consigliere di opposizione Luca Cipriano. L'ex candidato sindaco, in sostanza, ha attaccato l'amministrazione sull'attuale stato di "incuria e degrado" in cui il capoluogo irpino si troverebbe. Ma Negrone non ci sta e attraverso le colonne de Il Mattino risponde per le rime: "È semplice puntate il dito. Ci si è dimenticati da dove siamo partiti. Pian piano stiamo arrivando dappertutto: dai grandi parchi alle periferie e poi al centro. I ritardi dipendono dagli arretrati. Stiamo lavorando sul verde con 30 operatori, tra Forestali della provincia e personale comunale. Ma dove prima occorreva un’ora, ora per tagliare l’erba serve un giorno intero”.

Con Festa "nulla è cambiato"

Una difesa a spada tratta che, però, impatta violentemente contro quello che è lo stato d'animo dei cittadini. Molti di questi, infatti, nel commentare il post di Cipriano ("La città è sporca. Erba alta ovunque, giardini abbandonati, parchi impraticabili, incuria e degrado in pieno centro come in periferia. Siamo alle solite. Nulla è cambiato") hanno denunciato anche altre criticità: come la presenza di topi morti o la presenza di sporcizia nelle fontane di piazza Libertà. Per non parlare di chi condivide il pensiero di Cipriano quando scrive: "Nulla è cambiato". 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Scuola, medie e superiori in presenza: ecco quando

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AvellinoToday è in caricamento