rotate-mobile
Politica

Europee, Pichetto Fratin ad Avellino per D'Agostino: "Forza Italia partito realista con un progetto di crescita"

Le dichiarazioni del ministro dell’Ambiente e della Sicurezza Energetica e del candidato in corsa alle Europee

Gilberto Pichetto Fratin in visita istituzionale ad Avellino. Questa mattina il ministro dell’Ambiente e della Sicurezza Energetica è giunto in città per sostenere Angelo Antonio D'Agostino, candidato di Forza Italia alle elezioni europee per la Circoscrizione Sud. In tale occasione, nel giorno in cui si celebra la Giornata mondiale dell'Ambiente, il ministro e il candidato in corsa per il Parlamento di Bruxelles si sono incontrati presso il Circolo della Stampa di Avellino per confrontarsi sulle future scelte dell'Unione Europea in materia di clima, ambiente ed energia, focalizzandosi anche sull'Irpinia.

Pichetto Fratin: "Forza Italia ha un disegno di crescita che si basa sui principi del partito popolare europeo"

"Forza Italia è la branca italiana del partito moderato europeo. Ha realismo, piedi per terra e un disegno di crescita dell'Europa e dei suoi cittadini che si basa sui principi e i valori che caratterizzano il partito popolare europeo come la persona e la famiglia" ha dichiarato Gilberto Pichetto Fratin.

“Se ci sono differenze di opinione nel centrodestra in merito alle politiche ambientali? No, nessun contrasto. Tutta la partita delle politiche ambientali è stata condivisa dal Governo e da tutti i partiti. Non c'è un dissenso; a livello europeo abbiamo votato a favore della norma in materia di imballaggi, al contrario ci siamo opposti alla direttiva sulla casa green” ha affermato il ministro del Governo Meloni.

Eolico offshore, l'energia del futuro: "Continuiamo il percorso verso la decarbonizzazione"

Interrogato sulle problematiche ambientali riguardanti l'Irpinia, Pichetto Fratin ha dichiarato: “La politica ambientale è fatta di tanti aspetti. Certamente pesano il verde e le azioni che devono essere svolte dallo Stato, dalle Regioni e dalle amministrazioni locali rispetto ai rifiuti e alla gestione delle acque. Azioni che non si svolgono in un giorno".

Per quanto riguarda l'eolico e il fotovoltaico: "Ci vuole una programmazione dei luoghi di inserimento, nulla deve essere lasciato al caso. Stiamo definendo il cosiddetto Piano delle aree idonee, che poi dovranno essere legiferate a livello regionale. In questo caso, si individueranno le aree in cui è possibile insediare gli impianti e quelle dove non è possibile farlo". Il minstro è convinto che l'energia del futuro sarà l'offshore, un impianto di produzione di energia elettrica che usa turbine eloiche poste in mare aperto, di solito a una distanza di alcuni chilometri dalla costa: "Con un decreto presentato dal mio Ministero qualche mese fa, il Governo ha previsto una serie di piattaforme in alto mare ma è chiaro che per arrivarci occorre prima attrezzare i porti per i quali infatti è stato emanato un bando. Questa è la direzione giusta”.

Sulle case green: “Ho votato contro il documento finale dell'Unione Europea, anche se devo ammettere che c'è stato un miglioramento rispetto al principio. C'era stato un inizio eccessivamente ideologico, che non teneva conto delle varie realtà nazionali. L'Italia non è l'Estonia né la Lituania; abbiamo fabbricati che hanno più di 70 anni e l'80% delle famiglie italiane sono proprietarie degli immobili poiché l'acquisto della casa è sempre stato un obiettivo di vita per chi vive in questo paese. È chiaro, dunque, che ci vorrà un accompagnamento perché le case pesano il 40% in riferimento alle emissioni carboniche. Un accompagnamento che dovrà essere strutturale, quindi andremo avanti. Naturalmente ci saranno azioni che riguarderanno la tipologia di interventi, si valuterà se privilegiare le pompe di calore. Non mettiamo in discussione assolutamente quello che è il percorso che porterà alla decarbonizzazione”.

D'Agostino: "Ho buone sensazioni. La mia mission sarà presentare le istanze dell'Irpinia al Parlamento europeo"

“Fin dall'inizio ci siamo impegnati affinché la campagna elettorale si svolgesse nel migliore dei modi -  ha dichiarato Angelo Antonio D'Agostino, in corsa alle Europee per guadagnarsi uno scranno nel Parlamento europeo -  le sensazioni che ho sono ottime, anche perché le persone sono rivolte a Forza Italia in modo positivo".

La mission del candidato sarà presentare all'Unione Europea le istanze del territorio irpino: "Pensiamo che l'80% dei fondi per il turismo e l'agricoltura provengono dall'UE, quindi occorre sostenere gli enti e le aziende che propongono dei progetti veicolando questi ultimi in maniera giusta perché ottengano le risorse. Lo scopo è quello di dare slancio e impulso all'Irpinia cogliendo le possibilità che offre l'Europa”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Europee, Pichetto Fratin ad Avellino per D'Agostino: "Forza Italia partito realista con un progetto di crescita"

AvellinoToday è in caricamento