Giovedì, 28 Ottobre 2021
Politica

Alto Calore, Dogana, Avionica e Piano di Zona, Festa fa il punto della situazione sulle questioni irrisolte

Ecco le dichiarazioni del sindaco di Avellino, Gianluca Festa, a margine della conferenza stampa di presentazione dell'esposizione “La Terra è stanca” di Giovanni Spiniello

Ecco le dichiarazioni del sindaco di Avellino, Gianluca Festa, a margine della conferenza stampa di presentazione dell'esposizione “La Terra è stanca” di Giovanni Spiniello che aprirà il 25 settembre, all’interno del Summer Fest promosso dall’Amministrazione comunale,  e si concluderà nel periodo delle festività natalizie.“Valuteremo il progetto di Avionica ma è del tutto evidente che, per questo progetto giovani, non avrei mai puntato sul Casino del Principe. Il Casino deve rappresentare un luogo adibito alle mostre e alla cultura. Noi abbiamo già individuato altri luoghi per le attività dei ragazzi della nostra città. È stato già comunicato ad Avionica che la “gestione” non può essere affidata a loro e credo anche che abbiano capito. Ho in mente un altro luogo per loro (che non vi svelo) ma che sarà molto più pratico e ospitale”.

Questione Dogana

“La strategia per la Dogana è ben chiara ma la illustrerò nel momento giusto. Nei prossimi giorni saprete quali sono gli atti messi in campo dall’amministrazione per il restauro della Dogana”.

Questione Alto Calore

“Ho chiesto un colloquio trasparente con Alto Calore. È una assemblea necessaria per spiegare cosa si intende fare. A noi spetta il compito di salvaguardare i conti di Alto Calore, di verificare e proteggere la forza lavoro. Chiederemo a Ciarcia quale sarà la sua strategia”.

La querelle con la Regione

“E’ soltanto una battaglia politica. Non ci sono state discrasie o mancanze di firma. Questa situazione mi ha concesso lo spunto per chiedere chiarimenti in merito ad altri Piani di Zona. Poi, ribadisco, non si è mai parlato di commissariamento del piano di zona, ma – a limite – di un commissario ad acta. Avevo garantito che il Piano di Zona non sarebbe stato commissariato. Avevo parlato di un mero attacco politico. Il passo indietro della Regione Campania ripristina la verità dei fatti e dà merito al nostro lavoro. Ritengo che, da parte della Regione, ci sia stata una strumentalizzazione o, a limite, una distrazione”.

Global Strike for Future e inquinamento in città

“Le proposte saranno valutate a breve perché non ne sono ancora in possesso. Per quanto riguarda gli sforamenti, abbiamo superato 30 volte i valori. L’Arpac ha sottolineato che la presenza di due centraline è dovuta al fatto che una misura i valori stradali e l’altra i valori di fondo. È chiaro che sia quest’ultima a valutare lo stato dell’aria che respiriamo.  Se c’è un problema a via Piave lo affronteremo e risolveremo. Allo stato attuale, i 35 sforamenti non sono stati ancora raggiunti ma non abbassiamo la guardia”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Alto Calore, Dogana, Avionica e Piano di Zona, Festa fa il punto della situazione sulle questioni irrisolte

AvellinoToday è in caricamento