rotate-mobile
Lunedì, 24 Giugno 2024
Politica

PD, Enzo De Luca "boccia" Nello Pizza: "Siamo alla deriva, questo è un partito, non un movimento!"

Enzo De Luca, Presidente dell’Osservatorio Regionale dei Rifiuti in Campania, è intervenuto questa mattina ad Avellino presso il polo dei Giovani: "Ad Avellino serve un congresso, nel Paese occorre ristabilire una linea politica"

Enzo De Luca, Presidente dell’Osservatorio Regionale dei Rifiuti in Campania, senatore e figura di riferimento del partito dalla sua nascita, è intervenuto questa mattina ad Avellino presso il polo dei Giovani; e lo ha fatto con toni decisamente accesi: "Mi dispiace constatare la deriva che il partito sta tenendo dopo le elezioni politiche del settembre scorso. I riferimenti istituzionali di un partito che viene gestito in una via Tagliamento inaccessibile, interdetta ad una partecipazione vera. Pizza non lo chiamo segretario ma commissario. Figlio di un accordo basato su una cooptazione di massa a cui anche io ho dato il mio assenso. Quei nomi scritti a tavolino per consentire alla Federazione di uscire dal commissariamento e affrontare le scadenze elettorali, oggi, non hanno alcuna residua legittimazione ad operare, essendo venuti meno al mandato: portare i circoli al congresso democratico in pochi mesi. Il futuro del Partito Democratico dovrà essere deciso a valle di un congresso, non compete ad un commissario nominato, né ai suoi collaboratori. L’assenza al tavolo del centrosinistra di venerdì scorso è stato un atto compiuto per amor di Patria. A quel tavolo, infatti, serve un Pd credibile perché legittimato democraticamente, non personalità certamente degne sul piano umano, ma prive di un mandato a rappresentare iscritti ed elettori".  

"Ad Avellino serve un congresso, nel Paese occorre ristabilire una linea politica"

Enzo De Luca, poi, ha chiarito che non intende lasciare il partito di cui è co-fondatore in Irpinia e in Campania: "Dove sono nato qui resto. Ho il difetto della coerenza pedagogica. Manca anche una certa umanità. Ma io non provo livore per nessuno. Non so però cosa sia adesso questo partito. Si fanno i congressi cittadini, senza chiamare nemmeno gli iscritti. Non capisco perché non si possa fare quello provinciale. Purtroppo, un assemblearismo di facciata, orchestrato a colpi di ordini del giorno dal vertice, sostituisce nei fatti il processo democratico. Sui temi ambientali, sociali, sulle questioni economiche e industriali, sull’agenda degli investimenti pubblici, dei diritti, della sicurezza e della legalità occorre un Pd capace di dialogare con i territori, di alimentare la discussione, di partecipare ad un dibattito. Nel Pd il Popolarismo, il cattolicesimo democratico, le lezioni di Aldo Moro, la tradizione di Ciriaco De Mita e Gerardo Bianco, l’impegno democratico di David Sassoli, il patrimonio culturale di Don Sturzo e De Gasperi, non possono essere riposti in una vetrina da riaprire solo nelle grandi occasioni; perchè il Pd è un partito, non un movimento", conclude. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

PD, Enzo De Luca "boccia" Nello Pizza: "Siamo alla deriva, questo è un partito, non un movimento!"

AvellinoToday è in caricamento