rotate-mobile
Politica

PD, Paola De Micheli ad Avellino: "Immagino un partito che rappresenti davvero i lavoratori"

Ha fatto tappa ad Avellino il tour di presentazione dell’ultimo libro dell’onorevole Paola De Micheli. “Concretamente. Prima le persone”

Ha fatto tappa ad Avellino il tour di presentazione dell’ultimo libro dell’onorevole Paola De Micheli. “Concretamente. Prima le persone” è il titolo del volume – edito da Rubbettino con la prefazione dello scrittore Maurizio De Giovanni – che racconta l’impegno pubblico e privato dell’onorevole De Micheli, oggi candidata alla Segreteria nazionale del Pd.

“Immagino un Partito Democratico degli iscritti. Un partito dove gli iscritti valgono doppio e gli elettori valgono uno. Un metodo per coinvolgere anche coloro che decidono di non fare vita di partito", afferma Paola De Micheli presso la sede di Avellino del Partito Democratico, in via Tagliamento. "Mostreremo agli iscritti quello che vogliamo fare per il paese e, ovviamente, anche le candidature, soprattutto quelle al Parlamento. Il Partito Democratico che ho in mente vuole rappresentare davvero le lavoratrici e i lavoratori. Un partito che vive nei luoghi di lavoro e negli uffici. Affronteremo quelli che, già adesso, dovrebbero essere diritti assoluti ma che, invece, non lo sono. Parlo del diritto alla malattia e alla maternità. Un partito moderno, che accompagna le persone che vogliono stare all’interno del cambiamento”.

La “questione meridionale” sarà all’interno dell’agenda politica del PD?

“Io sono la più meridionalista dei candidati. Abbiamo fatto investimenti importanti come, ad esempio, la Napoli-Bari. Abbiamo finanziato opere al Sud con un criterio assolutamente nuovo. Il Sud e le aree interne correvano il rischio di avere meno risorse perché, per esempio, sul fronte dei giovani c'erano meno coperture. Per la prima volta, nel 2020, abbiamo approvato un documento che ha cambiato radicalmente questa visione. Adesso si finanziano le infrastrutture per generare il mercato; e non solo là dove c'è mercato.  Così le infrastrutture diventano un vero strumento contro le disuguaglianze”. “Come dovrebbe essere il rapporto con il Movimento 5 Stelle? Quando il Partito Democratico sarà tornato forte e solido potremo discutere con i 5 Stelle di programmi e di alleanze; ma da un punto di partenza diverso da quello attuale”.

Per quanto riguarda, infine, le elezioni del segretario nazionale del Partito Democratico, l’ex Ministro è in corsa contro Bonaccini e Schlein, ma non teme i sondaggi che danno il primo al 39% e la seconda al 35%: “A breve – afferma con convinzione - sarò competitiva come loro, in molti pensavano che avrei ritirato la mia candidatura”, conclude.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

PD, Paola De Micheli ad Avellino: "Immagino un partito che rappresenti davvero i lavoratori"

AvellinoToday è in caricamento