menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Foti nomina i nuovi assessori: Penna, Tordela e Carbone

“I contrasti e i fraintendimenti che hanno animato gli ultimi mesi vanno assolutamente superati”,  auspica il Sindaco Foti

 “Con la nomina dei nuovi assessori, la giunta comunale di Avellino si completa di professionisti di indubbio spessore che sapranno certamente dare un contributo concreto al raggiungimento degli obbiettivi programmatici nei due anni e mezzo rimanenti di questa Amministrazione”. È quanto dichiara il Sindaco Paolo Foti che ha nominato questa mattina i tre nuovi assessori, annunciando le priorità che si propone di assecondare nella seconda parte del suo mandato istituzionale. “I tre nuovi assessori sono professionisti per competenza, esperienza e sicura affidabilità di trasparenza. Certamente ricopriranno con dignità le deleghe affidategli nell’esclusivo interesse della comunità avellinese”.   

L’assessorato all’Ambiente è affidato all’ingegnere Augusto Penna, docente incaricato del corso di indagini e caratterizazione geotecnica del sottosuolo all’Università degli studi del Sannio, esperto di questioni legate all’inquinamento e ai monitoraggi ambientali. Il Patrimonio è affidato all’avvocato Elena Tordela, civilista di provata esperienza. L’assessorato al contenzioso va all’avvocato Anna Carbone, funzionario regionale esperta di materie legali e giuridiche.

Confermate le deleghe al Bilancio e al Personale per Maria Elena Iaverone che resta Vice Sindaco; l’Urbanistica a Ugo Tomasone; i Lavori Pubblici a Costantino Preziosi; Politiche Sociali e Trasparenza a Marco Cillo; Attività Produttive e Fondi Europei ad Arturo Iannaccone; Politiche culturali, Pari opportunità e Inclusione sociale a Teresa Mele. “I contrasti e i fraintendimenti che hanno animato gli ultimi mesi vanno assolutamente superati”,  auspica il Sindaco Foti. Che aggiunge: “Abbiamo la responsabilità di governo che i cittadini ci hanno affidato e tocca a noi amministratori, ciascuno per le proprie competenze, contribuire alle questioni ancora aperte nel Capoluogo. La strada maestra, ne resto convinto, non può che essere quella del dialogo, soprattutto nel momento di difficoltà che stiamo vivendo e dal quale si potrà uscire al più presto utilizzando al massimo di efficienza il confronto democratico e coinvolgendo sempre più i cittadini nelle scelte dell’Amministrazione”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AvellinoToday è in caricamento