Nappi: "Il vero petrolio d'Irpinia è l'enogastronomia"

Lo ha affermato il consigliere regionale candidato nella lista Caldoro Presidente, a margine di un incontro con alcuni operatori del settore enogastronomico dell’arianese.

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AvellinoToday

“Le ricchezze naturali e i prodotti enogastronomici costituiscono le risorse più importanti della nostra provincia, il nostro vero ‘petrolio’. In questi anni abbiamo puntato sulla loro valorizzazione, non solo attraverso il sostegno diretto agli operatori del settore, ma anche con l’azione intelligente dell’Ept che, per la prima volta, ha fatto sinergia tra le associazioni e gli enti locali che perseguono lo stesso obiettivo. Nei prossimi cinque anni puntiamo con il Presidente Caldoro a fare dell’Irpinia la meta preferita di tutti i campani e di chi risiede nelle regioni limitrofe.” Lo ha affermato Sergio Nappi, consigliere regionale candidato nella lista Caldoro Presidente, a margine di un incontro con alcuni operatori del settore enogastronomico dell’arianese. 
“Per poter valorizzare le ricchezze di cui dispone la nostra provincia – aggiunge Nappi – occorre coniugare una intelligente e lungimirante politica di sostegno alle attività e agli enti locali con un graduale potenziamento della rete infrastrutturale. Difficile immaginare la crescita delle realtà legate al settore enogastronomico e turistico senza collegamenti efficaci, strade e reti informatiche funzionanti. Non a caso in questi anni, abbiamo superato le vecchie logiche che hanno sempre concepito il sostegno al settore turistico come una serie di interventi non messi a sistema. Abbiamo puntato, invece, su una crescente interazione tra istituzioni, enti locali e operatori, sul potenziamento infrastrutturale e su una efficace campagna di informazione.”
“Durante la prossima legislatura regionale completeremo il lavoro avviato in questi anni perseverando sul doppio binario dell’efficace utilizzo delle risorse a disposizione e dell’ammodernamento infrastrutturale. Nel frattempo – chiude Nappi – ci batteremo ancora per impedire qualsiasi trivellazioni sul nostro territorio: le nostre acque, i nostri vini, i nostri prodotti agricoli sono il nostro petrolio.”
Torna su
AvellinoToday è in caricamento