menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Festa piazza il "colpo basso" della mozione di fiducia: argomento viene rinviato

Dino Preziosi non ci sta:"il consigliere Festa si è alzato in aula proponendo un ordine del giorno. Io non capisco perché se il Pd non lo vuole discutere, l'odg va in coda al consiglio oppure viene rinviato"

La corsa a discutere la “mozione di fiducia” nei confronti del sindaco Paolo Foti presentata da Gianluca Festa è solo rinviata. Il presidente del consiglio Livio Petitto preferisce convocare una conferenza dei capigruppo per decidere la data di un consiglio comunale dove si discuterà l’ordine del giorno.

Arace e Giordano protestano, Dino Preziosi aggiunge: “il consigliere Festa si è alzato in aula proponendo un ordine del giorno. Io non capisco perché se il Pd non lo vuole discutere, l’odg va in coda al consiglio oppure viene rinviato. Io non capisco il perché. Se tutti i capigruppo sono d’accordo a discutere questa sera non vedo qual è il problema. Il Pd non può decidere”.

L’ennesimo colpo basso di Gianluca Festa al sindaco del suo stesso partito va a segno a metà.  Nel testo si legge “i consiglieri comunali, tenuto conto che il sindaco ha fin qui pienamente rispettato i suoi impegni elettorali “ridando sogni e diritti” a tutti gli avellinesi; forte della sua ormai famigerata “schiena dritta” ha mostrato grandi doti di decisionismo e non ha mai mostrato ignavia nelle varie questioni amministrative affrontate; non ha mai disatteso alcun impegno assunto con amministratori e cittadini e non è mai venuto meno alla parola data.

Considerata la grande disponibilità che il sindaco ha mostrato ascoltando sempre con estrema attenzione e considerazione le varie istanze provenienti dai cittadini avellinesi, mai negando ad alcuno un paziente confronto e creando un rapporto di evidente empatia con tutti gli avellinesi; l’estrema cura ed attenzione che il sindaco ha rivolto alle periferie, al decoro urbano ed al quotidiano; considerato il rapporto di grande e costruttiva collaborazione e sinergia che il sindaco ha saputo instaurare con la struttura comunale; il giudizio positivo che tutti i cittadini hanno fin qui maturato ed esprimono quotidianamente nei confronti del sindaco e dei suoi 27 assessori ad oggi nominati; le numerose giuste scelte amministrative operate dal sindaco a partire dall’eliminazione del parcheggio interrato a Piazza Libertà.

Ritenuto che ogni singolo consigliere, oggi, alla luce dell’ottima esperienza amministrativa targata Foti, dinanzi alla città debba responsabilmente esprimere palesemente il proprio convinto gradimento nei confronti del sindaco e della sua Giunta e nel caso debba impegnarsi a garantire la prosecuzione dell’operato dell’attuale primo cittadino anche oltre il termine naturale del suo primo mandato, associando indelebilmente e per sempre il proprio nome, la propria faccia accanto al nome e al volto del sindaco; l’espressione di un giudizio positivo da parte della maggioranza dei consiglieri sia condizione necessaria ed indispensabile per continuare questa consiliatura; di norma, quando un sindaco non gode più della fiducia e del sostegno della maggioranza dei suoi consiglieri, a meno che non sia attaccato alla poltrona, non abbia interessi da difendere e non sia dotato di un ego smisurato accompagnato da una spocchia e da una presunzione senza precedenti, provvede a rassegnare le proprie irrevocabili dimissioni. Esprimono un giudizio positivo sull’operato finora svolto dal sindaco e dalle sue Giunte ed in virtù di quanto di buono fatto per Avellino auspicano che alla fine naturale di questo mandato il sindaco, forte del loro sostegno, possa riproporsi alla guida della città”.

Quanti consiglieri si sentiranno di sottoscrivere? L’appuntamento è rinviato di qualche settimana.

Per la distribuzione delle deleghe degli ex assessori Iannaccone e Cillo toccherà all’assessore alle finanze Maria Elena Iaverone occuparsi ad interim anche dei fondi europei, Anna Carbone si occuperà delle società partecipate, mentre all’assessore al patrimonio Paola Valentino va la delega al commercio e alla trasparenza.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Disfunzioni idriche in Irpinia: l'avviso di Alto Calore

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Coronavirus in Irpinia, sono 90 i positivi di oggi: 12 ad Avellino

  • Cronaca

    Coronavirus in Irpinia, deceduto 83enne al Covid Hospital

  • Cronaca

    Coronavirus, tre casi di positività alla clinica "Montevergine"

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AvellinoToday è in caricamento