menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Luigi Famiglietti: "Tra un napoletano e un calabrese, scegliete un irpino"

Ad ascoltarlo molti dirigenti del Pd e dei partiti della coalizione

Luigi Famiglietti ex sindaco di Frigento e deputato uscente si cimenterà per la prima volta per il Senato. E’ stato indicato dal centrosinistra e c’è un dato non da poco a suo favore sulla carta: essere purosangue irpino: “Il Movimento 5 Stelle candida un napoletano (Ugo Grassi), il Centrodestra un calabrese (Pino Galati). Io sono irpino. Ho vissuto e lavorato in questa terra e per questa terra. Non sono stato catapultato qui com’è capitato ai miei competitor. Ho svolto il ruolo da parlamentare con i piedi ben piantati in Irpinia”.

Ad ascoltarlo molti dirigenti del Pd e dei partiti della coalizione. Un’unità ritrovata apparentemente. “Siamo una squadra forte. Utilizzando una metafora calcistica, la nostra società ha acquistato dei calciatori importanti. Dobbiamo trovare il modo per farlo, focalizzandoci su una campagna elettorale nazionale che non deve essere preda dei localismi. Anzi, il risultato di questa coalizione in Irpinia avrà risvolti sul risultato totale. In tutto ciò il Pd punta a prendere un voto più degli altri per poter governare. Saremmo ipocriti a negare alcune difficoltà ma dobbiamo coesistere e lavorare insieme per lo stesso obiettivo, quello di vincere nei tre collegi”. Sugli avversari in campo, nel mirino finisce il Movimento 5 Stelle: “So che sono arrivati ad Avellino con un fuoristrada, probabilmente non sanno che l’Irpinia non è il Colorado, la mia campagna elettorale abbraccerà la mia provincia, l’alto Sannio e parte del Salernitano, incontrerò tutte le comunità senza “smargiassate” grilline”.

Poi fa un resoconto del suo impegno alla Camera dei Deputati: “Dai miei 90 emendamenti approvati fino alle battaglie per gli operati dell’ex Irisbus e dell’ex Isochimica, passando per l’opera svolta al fine di mettere l’Irpinia al centro dell’agenda politica del Governo soprattutto nel campo delle infrastrutture. Per la fabbrica ex Irisbus di Valle Ufita ci siamo mossi dalla mozione presentata dal collega Giordano. Ho facilitato gli incontri tra gli operai e Matteo Renzi che, dopo la visita all’Ema nel 2014, annunciò la programmazione del piano nazionale autobus. Per la IIA il nostro lavoro sta continuando. Partirà poi la gara d’appalto per il lotto Apice-Grottaminarda. Sono stato il primo firmatario per i provvedimenti sulla mobilità dolce guardando all’Avellino-Rocchetta Sant’Antonio”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Atripalda, ritrovate strutture murarie di epoca romana

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Coronavirus, nuovo decesso al Frangipane: muore 64enne

  • Cronaca

    Shock a Quadrelle, suicida il 25enne Saverio Fiore

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AvellinoToday è in caricamento