rotate-mobile
Politica

Ludopatie, l'assessore Iannaccone: "Ecco perché bisogna approvare il regolamento"

Dopo lo stop in consiglio comunale

“Vorrei rimettere un po’ di ordine sul problema, perché ci troviamo di fronte ad una situazione particolare. Sul tema vi è stato detto molto negli ultimi giorni e vi è stata una vera e propria spaccatura della maggioranza. Il mio scopo è quello di tentare di approvare un regolamento che prevede alcuni punti fondamentali”.

Sono le parole dell’assessore alle Attività produttive, Partecipate e Fondi Europei ad Avellino, Arturo Iannaccone, che è si espresso nuovamente sul tema delle ludopatie e delle sale gioco. “Il primo tra tutti prevede che – continua l’onorevole – tutte le sale giochi e sale scommesse esistenti, ossia dove si entra per avere vincite di danaro, devono essere trasferite a 300 metri dai luoghi sensibili imponendo degli orari e proteggendo le fasce soprattutto dei minorenni. Il regolamento prevede che dal momento dell’attuazione le sale giochi hanno un tempo di tre anni per potersi trasferire e attuare i suddetti provvedimenti, mentre per le nuove sale giochi il provvedimento scatta da subito”.

“Sono state mosse critiche – aggiunge Iannaccone – ed è stato addirittura detto che il provvedimento favorirebbe il fenomeno; il nostro regolamento è stato ragionato”. “Nella mia vita politica sono rimasto coerente – conclude l’assessore – e nel posto in cui gli elettori mi hanno posizionato. Esprimo un’opinione, mi batto affinché la mia posizione venga accettata e in caso contrario non mi adeguo, ma rispetto le posizioni. Non si può partecipare alle riunioni di maggioranza solo quando si ha a cuore un problema”. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ludopatie, l'assessore Iannaccone: "Ecco perché bisogna approvare il regolamento"

AvellinoToday è in caricamento