Legalità, Sibilia (M5S): “Con la firma del Protocollo sul raddoppio Apice – Orsara, investimenti pubblici sicuri"

Le parole del Sottosegretario irpino

“La firma di questo protocollo di legalità va nella direzione della nostra indole, autenticamente legalitaria: dobbiamo limitare, per il futuro, che si ripetano quelle situazioni, già purtroppo per decenni vissute anche dal nostro territorio, di malaffare e spartizione negli appalti per le grandi opere. Sono queste le circostanze che hanno rallentato-  e di molto - la conclusione di importanti infrastrutture qui nel nostro meridione: il presidente Conte con la sua azione di governo sta scommettendo sulla crescita del sud, anche attraverso la promozione di nuovi CIS nell'area: è proprio in queste terre che i margini di crescita sono esponenzialmente maggiori. Un euro speso al Sud genera un euro e ottanta di crescita di PIL.

Questa firma oggi ad Avellino non è solo un passaggio formale: all'indomani dell'operazione Partenio 2.0, che ha di fatto sgominato un clan che ha depredato l'avellinese, la nostra presenza qui oggi come istituzioni – governo, prefetture, forze dell'ordine – dimostra che sui temi del recupero della legalità e della crescita infrastrutturale dell'Irpinia siamo autenticamente in prima linea: oggi noi diciamo sì alle opere pubbliche, no alla criminalità ed alla criminalità negli appalti. Con protocolli come questo che abbiamo dedicato alla realizzanda infrastruttura ferroviaria – aggiunge il sottosegretario - cancelliamo inoltre un alibi che per molto tempo gli investitori pubblici hanno sfruttato per giustificare la decurtazione delle risorse al Sud: dati alla mano, tra il 2000 e il 2018 i governi hanno destinato al Nord Italia un numero crescente di opere pubbliche: mentre il Meridione perdeva un 8,6% di risorse, il Nord le vedeva incrementate del +1,4%.

Il raddoppio dell'Apice – Orsara ci permette di avere investimenti pubblici sicuri, veloci, efficaci nell'interesse generale: conosciamo opere che durano 36 anni, che attraversa fallimenti e lungaggini e sembrano non terminante mai. Per questo c’è bisogno di controlli da parte di tutte le istituzioni. Noi ci mettiamo la faccia e dimostriamo, grazie all'aiuto ed all'iniziativa delle Prefetture di Benevento ed Avellino che lo Stato è più forte di qualsiasi interesse di parte” – conclude Sibilia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Migliori pizzerie di Avellino, ecco la "Top Ten" di novembre 2019

  • Il mercato bisettimanale di Avellino trasloca

  • Nuovo Clan Partenio, altri 16 indagati: fiume di droga sulla rotta Irpinia-Balcani

  • Medico muore durante il servizio notturno

  • Si sente male dal parrucchiere: donna trasportata d'urgenza in ospedale

  • Nuovo Clan Partenio, chiuse le indagini su Damiano Genovese

Torna su
AvellinoToday è in caricamento