rotate-mobile
Giovedì, 19 Maggio 2022
Politica

Isochimica, Iandolo: "Il Comune di Avellino sia presente alla sentenza"

L’appello del Consigliere Iandolo firmato da ex operai e altre parti civili nel processo per la presenza del primo cittadino all’aula bunker di Poggioreale

Venerdi 28 gennaio ci sarà finalmente la sentenza di primo grado sulla vicenda Isochimca, un’occasione necessaria per ricostruire una verità giudiziaria della vicenda.

In questi giorni il Consigliere Francesco Iandolo, Capogruppo di APP in consiglio comunale, unitamente al comitato degli ex Operai, all’Associazione Lotta per la Vita, Legambiente Avellino, Libera Avellino e ad altre realtà che sono costituite parte civile nel processo, come i sindacati, hanno depositato un appello al Sindaco della città affinché sia presente in aula al momento della lettura della sentenza.

Di seguito la nota del consigliere :

"Parlando di quello che potrà essere il Parco Urbano intercomunale del Fenestrelle ho detto che non ci sarà nessun parco se non si chiuderà anche la vicenda dell'Ex-Isochimica.

Per chiuderla non basterà una sentenza che però servirà a mettere il punto sulla verità giudiziaria su questa vicenda lunga, dolorosa e complessa.

Non basterà nemmeno una bonifica ancora monca di un progetto di riutilizzo e di memoria. Così come non è bastata la giustizia "sociale" che cittadini e associazioni hanno garantito prima dei processi agli ex-operai e alla famiglie delle troppe vittime.

Non basterà perchè di fronte a quello che è accaduto troppi hanno taciuto o hanno nascosto la polvere sotto il tappeto. 

Per questo con il comitato degli ex-operai, l'associazione Associazione Lotta Per la Vita Legambiente Avellino - Alveare Libera Avellino e altri abbiamo chiesto simbolicamente al Sindaco di Avellino di essere presente alla lettura della sentenza di primo grado, mentre noi aspetteremo fuori ai cancelli delle fabbrica.

Una presenza non formale quella del primo cittadino che rappresenta anch’esso una delle parti civili ammesse nel processo a testimonianza di un interesse collettivo che va al di la delle vittime dirette e al di la del tempo nel quale la vicenda si è consumata. Dei danni dell’Isochimica continuiamo, purtroppo, a contare i morti e a subirne le conseguenze dell’inquinamento".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Isochimica, Iandolo: "Il Comune di Avellino sia presente alla sentenza"

AvellinoToday è in caricamento