rotate-mobile
Lunedì, 28 Novembre 2022
Politica

Irpinia in Azione: "Gli elettori ci hanno premiato, pronti a rispettare le promesse"

Incontro al Circolo della Stampa per approfondire il risultato delle recenti elezioni politiche, con un'analisi dei risultati sul territorio e delle prospettive in vista dei prossimi appuntamenti elettorali

Presso il Circolo della Stampa di Avellino si è tenuto l'incontro organizzato da Irpinia in Azione dal titolo "Analisi del voto e prospettive future". 

L'incontro è servito ad approfondire il risultato delle recenti elezioni politiche, con un'analisi dei risultati sul territorio e delle prospettive in vista dei prossimi appuntamenti elettorali.

Rusolo: "La vicenda Alto Calore è chiara, va restituita dignità a questa provincia"

"L'appuntamento di oggi vuole essere il nostro ringraziamento alla provincia di Avellino. Il voto di opinione è il frutto del lavoro del gruppo" dichiara Maria Rusolo, vicesegretaria provinciale di Irpinia in Azione. "Gli elettori ci hanno premiato e noi siamo pronti a rispettare le promesse. L’Irpinia deve essere punto strategico e riferimento per la regione. Il servizio idrico? Noi ci faremo portavoce delle istanze. La vicenda Alto Calore è chiara. Bisogna restituire la verità a questa provincia, nel rispetto delle regole e nell'auspicio che inizi una stagione nuova. Chiaramente questa dirigenza non va più bene, perché porta la tradizione del Partito Democratico. Per cambiare la storia dell’Ente occorre cambiare anche gli uomini".

Palmieri: "All'epoca di Bassolino si parlava del partito dei sindaci, oggi si ha quasi una compassione umana nei loro confronti"

"Anche a queste latitudini trova riscontro il voto di opinione" afferma Beniamino Palmieri, sindaco di Montemarano e segretario provinciale di Italia Viva. "L'elemento che io colgo è che la gente è libera quando vota alle politiche e matura un parere. Ciò evidenzia come i dati della provincia di Avellino siano in linea con quelli nazionali: Azione ha avuto il 7% in Irpinia, così come in Italia. All'epoca di Bassolino, si parlava del partito dei sindaci, oggi si ha quasi una compassione umana nei loro confronti".

Sull'alleanza consolidata con Azione: "Il prossimo 17 novembre Calenda ha annunciato che vi sarà un'assemblea, in cui si costituirà il primo passo verso una federazione e verso una continuità dei due partiti, con un coordinamento e un'armonia più ampia" conclude.

D'Alessio: "Ci auguriamo un Governo con ministri di alto profilo"

"Le fusioni a freddo creano dei rischi e ci sono dei processi che vanno gestiti, ma i partiti hanno un'orizzonte comune" conclude Antonio D'Alessio, neoeletto deputato alla Camera dei Deputati con Azione-Italia Viva nel Collegio Campania 2. "Dobbiamo darci delle scadenze, ma nel frattempo abbiamo una federazione: ora c'è da definire il processo per l'unificazione dei due partiti".

E poi: "Ci auguriamo che sia un governo con ministri di alto profilo. Già abbiamo sbagliato a staccare la spina al governo Draghi: abbiamo perso un pezzo di credibilità che dobbiamo recuperare in Europa. Bisogna fare il bene del Paese: siamo, innanzitutto, predisposti all'ascolto e conosciamo le difficoltà dei nostri collegi. Oggi, conosciamo il problema del caro bollette, del commercio e delle famiglie in crisi. Ci auguriamo anche che il governo dia delle rappresentanze alla Campania in Governo, ma è un compito che spetta alla Meloni. Un altro danno dei M5S è stato il taglio dei parlamentari: la riduzione del numero di rappresentanti non ha comportato una diminuzione della spesa".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Irpinia in Azione: "Gli elettori ci hanno premiato, pronti a rispettare le promesse"

AvellinoToday è in caricamento