rotate-mobile
Lunedì, 28 Novembre 2022
Politica

Incontro all'ASI di Avellino, Piero De Luca: "ZES e PNRR occasione straordinaria, la destra nemica del Sud"

All’incontro erano presenti Maurizio Petracca e Carlo Iannace, candidati per il Partito Democratico nei collegi uninominali di Avellino e Avellino – Benevento rispettivamente alla Camera dei Deputati e al Senato della Repubblica, insieme a Rosetta D’Amelio, candidata alla Camera nel collegio plurinominale Avellino – Salerno

Lo sviluppo dei nostri territori passa per le Zes che non sono un’astrazione, ma uno strumento assolutamente concreto. Su questi temi il Partito Democratico è la forza politica che più di tutte si è occupata e si occupa del rilancio del Sud, con competenza ed attenzione”. Lo ha dichiarato questa mattina Piero De Luca, capolista per il Partito Democratico nel collegio plurinominale Avellino – Salerno in corsa per la Camera dei Deputati nell’ambito di un incontro che si è svolto all’Asi di Avellino alla presenza di amministratori ed imprenditori. A fare gli onori di casa il presidente dell’Asi di Avellino, Pasquale Pisano insieme al suo consiglio direttivo. All’incontro erano presenti Maurizio Petracca e Carlo Iannace, candidati per il Partito Democratico nei collegi uninominali di Avellino e Avellino – Benevento rispettivamente alla Camera dei Deputati e al Senato della Repubblica, insieme a Rosetta D’Amelio, candidata alla Camera nel collegio plurinominale Avellino – Salerno.

Da un lato – ha aggiunto Piero De Luca – la normativa sulla fiscalità di vantaggio nelle ZES e dall’altro le risorse del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza: siamo di fronte ad un’occasione straordinaria per i nostri territori. In particolare qui in Campania dove è partita la prima Zes sul territorio nazionale. Abbiamo lavorato molto per semplificare le procedure amministrative e per rendere sempre più competitivi i nostri territori. Grazie al Pnrr, poi, proprio le Asi possono finalmente avviare interventi infrastrutturali fondamentali tali da creare condizioni di contesto sempre più attrattive in termini di investimenti”.

Il paradosso – ha concluso Piero De Luca – è che in questi giorni vediamo scorrazzare sui nostri territori personaggi politici che sono contro il nostro Sud e che in Parlamento hanno votato contro il Pnrr. Oggi, con inutili operazioni di restyling per costruirsi un’immagine più accettabile agli occhi del Mezzogiorno e dell’Europa, provano a camuffare i fatti. Ma i fatti dicono che Fratelli d’Italia, Lega e Forza Italia hanno votato contro il Pnrr, hanno detto no a 200 miliardi di euro di risorse importantissime, rivolte soprattutto al Mezzogiorno, divenendo di fatto nemici dello sviluppo, nemici del Sud”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Incontro all'ASI di Avellino, Piero De Luca: "ZES e PNRR occasione straordinaria, la destra nemica del Sud"

AvellinoToday è in caricamento