rotate-mobile
Politica Pratola Serra

Inchiesta premio "Pratola Serra nel mondo", SiAmo Pratola Serra: "Spieghino in che modo hanno gestito i fondi regionali"

Il processo per i sei imputati comincerà il prossimo 31 ottobre. L'accusa è di turbativa d'asta e falso per la gara d'appalto risalente a dicembre del 2018

Premio “Pratola Serra nel mondo”, Il GUP del Tribunale di Avellino Dott. Cassano, ha accolto la richiesta avanzata dai Magistrati della Procura della Repubblica di Avellino rinviando a giudizio l'ex sindaco di Pratola Serra, Emanuele Aufiero, ed altre 5 persone, tra i quali dipendenti comunali, ex amministratori e legali rappresentanti dell’Atb Consulting, ditta che sarebbe stata agevolata nella gara d'appalto.

Il processo per i sei imputati comincerà il prossimo 31 ottobre davanti al Giudice Dott. Di Bartolomeo.

L’accusa è di turbativa d’asta e falso per la gara d’appalto risalente a dicembre del 2018.

Il comune di Pratola Sera riconosciuto nel procedimento penale parte offesa, per il tramite dei commissari, si è costituito parte civile.

Vogliamo ricordare che solo lo scorso ottobre, i Magistrati della Procura della Repubblica di Avellino, guidata dal Dott. Domenico Airoma, avevano concluso gli accertamenti e notificato gli avvisi di garanzia ai sei indagati.

Adesso spieghino non solo ai cittadini di Pratola Serra, ma anche ai Giudici in che modo hanno gestito i fondi regionali (70.000 Euro) destinati all’evento “Premio Pratola Serra nel Mondo”!

Ricordiamo che alle nostre richieste di accesso agli atti ci presentarono un verbale di gara, a nostro avviso scandaloso, riportando stampe del Mepa (Mercato Elettronico Pubblica Amministrazione) pressoché illeggibili, senza data e con orari di apertura delle offerte contrastanti.

Un falso da quanto attestano le indagini degli inquirenti. Per non parlare degli ingaggi degli artisti avvenuti prima ancora dell’indizione della gara.

Fu l’ex sindaco Emanuele Aufiero a contattare alcuni artisti per gli eventi, per il cui rimborso spese rinviava, verosimilmente, alla ditta che poi si aggiudicava l’appalto.

Vogliamo ricordare che alla stessa gara partecipava una seconda ditta che presentava un’offerta molto vantaggiosa per l’ente, con un ribasso sulla base d’asta (70 mila euro) di circa 16 mila euro, non tenuto in considerazione, tant’è che ad aggiudicarsi l’appalto era la ditta concorrente (Atb Consulting), pur in assenza di un esiguo ribasso (pressoché inesistente) e senza che la procedura si concretizzasse sul Mepa, come invece previsto per legge.

Questo il motivo per il quale abbiamo deciso di denunciare assumendocene le responsabilità come abbiamo sempre fatto anche nel rispetto del ruolo ricoperto!

Gruppo politico SiAmo Pratola Serra

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Inchiesta premio "Pratola Serra nel mondo", SiAmo Pratola Serra: "Spieghino in che modo hanno gestito i fondi regionali"

AvellinoToday è in caricamento