Politica

Grassi ufficializza l'adesione alla Lega, Salvini lo accoglie a braccia aperte

Il leader dei leghisti ha accolto la notizia con enorme soddisfazione

E' ufficiale l'adesione alla Lega del senatore Ugo Grassi, eletto con il Movimento 5 Stelle al Senato nel collegio di Avellino due anni fa. Il docente universitario ha formalizzato il passaggio dal gruppo grillino a quello della Lega di Matteo Salvini. Il leader dei leghisti ha accolto la notizia con enorme soddisfazione: “Diamo il benvenuto al senatore Grassi. Porte aperte per chi, con coerenza, competenza e serietà, ha idee positive per l’Italia e non è succube del Pd. Su riforma ed efficienza della giustizia e rilancio delle università italiane, col senatore Grassi lavoreremo bene”.

Grassi ha scritto una lettera in cui chiarisce: “Il punto è che il mio dissenso non nasce da un mio cambiamento di opinioni, bensì dalla determinazione dei vertici del movimento di guidare il paese con la granitica convinzione di essere i depositari del vero e di poter assumere ogni decisione in totale solitudine. Gli effetti di questo modo di procedere sono così gravi ed evidenti (a chi vuol vedere) da non dover neppure essere esposti. Basti l’esempio della gestione dell’ex Ilva per dar conto dell’assenza di una programmazione nella gestione delle crisi”. Il senatore parla dei mesi del governo Conte 1, quando ha avuto “modo di comprendere che molti dei miei obiettivi politici erano condivisi dal partito partner di governo. Stesura di testi unici, forte ridimensionamento del ruolo dell’ANVUR e riforma delle regole di reclutamento erano temi su cui ho rinvenuto una chiara convergenza di opinioni”. E ancora: “Oggi, forte di una reciproca stima costruita nei mesi appena trascorsi, la Lega, Partito Sardo d’Azione – Salvini premier mi offre, a fronte di un evidente fallimento della mia iniziale esperienza, una seconda opportunità per raggiungere quegli obiettivi”. Grassi intende impegnarsi anche “per ottenere investimenti mirati per lo sviluppo del Mezzogiorno, rispettando l’autonomia differenziata”.

Con questo passaggio si apre sul territorio irpino una nuova fase politica. Grassi è un neofita del mondo politico visto che prima dell'avvento del Movimento 5 Stelle non si era mai avvicinato in modo così attivo. Ora risultando l'unico rappresentante istituzionale della Lega avrà molta voce in capitolo sul partito della Lega. Troverà come commissario della Lega ad Avellino il suo collega di banco Pasquale Pepe senatore lucano.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Grassi ufficializza l'adesione alla Lega, Salvini lo accoglie a braccia aperte

AvellinoToday è in caricamento