menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Giovanni Orefice: "Il centrosinistra vincerà se saprà divulgare le importanti  leggi approvate"

Esponente del Partito Democratico vicinissimo alla Presidente D’Amelio,è stato recentemente nominato da Davide Ermini membro del coordinamento provinciale che supporta la struttura commissariale

Giovanni Orefice è consigliere comunale di Sperone e dell'Unione dei Comuni del Baianese. Esponente del Partito Democratico vicinissimo alla Presidente D’Amelio,è stato recentemente nominato da Davide Ermini membro del coordinamento provinciale che supporta la struttura commissariale. E' attualmente impegnato in campagna elettorale a sostegno dei candidati del suo partito e della coalizione di centrosinistra.

1 I sondaggi dicono che quella del 4 marzo sarà una partita complicata per il centrosinistra e per il Pd. Come la si può vincere?

È un dato di fatto che i sondaggi ci davano in svantaggio, ma sono pur sempre proiezioni della realtà che spesso tradiscono il risultato effettivo. Per l''attuale legge elettorale e i rispettivi collegi, soprattutto quelli uninominali, i sondaggi alla fine potranno risultare non attendibili e le percentuali si baseranno sulle potenzialità che esprimeranno e concretizzeranno i candidati. Il PD e il centrosinistra vinceranno se sapranno raccontare, divulgare le importanti  leggi approvate e attuate da governi con un'impronta di  virtuoso riformismo.

2) Il Pd in Irpinia e in Campania sembra aver ritrovato la necessaria unità in vista delle elezioni politiche. Che ruolo può svolgere il suo partito per la nostra provincia?

Il PD è un luogo vivo, una comunità eterogenea le cui diversità sono parti di una dialettica tesa alla costruzione e al consequenziale progresso del nostro Paese. Il PD, a tutti i livelli,  quando ci sono appuntamenti importanti tipo questa campagna elettorale per le politiche, riesce a trovare l'unità giusta, anteponendo gli interessi particolari a quelli generali, quale scongiurare la consegna del governo dell'Italia alla coalizione di centrodestra al cui interno è evidente che ci sono tre partiti che non rispettano il principio di contraddizione, dato che Forza Italia propone un'Italia europeista mentre la Lega il contrario, e , l’altro pericolo per la democrazia, il M5s, che, proponendo come antidoto un becero giustizialismo da far rievocare "la caccia agli untori" che trova corpo nel malessere della gente, non fa altro che spostare l'attenzione dalla risoluzione dei problemi. Il PD, con il centrosinistra, responsabilmente ha sempre mirato ad affrontare i problemi realisticamente, senza imbrogliare i cittadini con promesse false o progetti irrealizzabili quale il reddito di cittadinanza, che può facilmente rivelarsi, per effetto contrario, un procedimento negativo per la scarsità di risorse e andare al ritroso come i gamberi. Dire le cose come stanno spesso si è tradotto nell'essere impopolari, ma un partito serio di governo non può abdicare al suo ruolo imperniato sul progresso del Paese. Il centrosinistra ha dei candidati in questa provincia che hanno rappresentato l'Irpinia in modo distinto, che hanno svolto una egregia intermediazione nel portare le istanze dalle aree interne nel Parlamento. È necessario che non venga arrestato questo processo di sviluppo in virtù del quale bisogna dare il consenso a chi può fare ancora molto per il nostro territorio.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Vaccini Covid, si aprono le prenotazioni per gli over 60

Attualità

Psicosi Astrazeneca, in Campania uno su tre rinuncia

Attualità

Ciclo vaccinale completo: la Campania ultima regione d'Italia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AvellinoToday è in caricamento