menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Maraia (M5S): "Senza il Movimento 5 Stelle non c’è Governo stabile"

"Sentiamo la responsabilità di partecipare, con le altre forze politiche, a migliorare il piano già presentato dal Governo Conte e a tradurlo in azioni concrete che garantiscano il rilancio del Paese"

Ieri si è tenuta una riunione congiunta dei gruppi parlamentari del Movimento 5 Stelle di Camera e Senato sull’appoggio ad un futuro Governo Draghi. Alla riunione, finita a tarda notte, ha partecipato anche Giuseppe Conte.

Dopo una lunga discussione aperta e trasparente, la maggior parte dei parlamentari ha dato mandato ai propri rappresentanti di portare al tavolo delle consultazioni i temi e le conquiste portate a casa dal Movimento in questi anni di Governo.

Noi non crediamo, infatti, che la nostra esperienza di Governo sia stata fallimentare, ma crediamo sia stata fallimentare il comportamento di una forza politica di maggioranza che ha rifiutato il confronto. Misure come il Reddito di cittadinanza, il Bonus 110%, il blocco dei licenziamenti, hanno garantito la tenuta sociale del Paese in un momento drammatico. Inoltre, non dimentichiamo che è stato il Governo Conte ad aver portato il grandissimo risultato del quale si discute: i 209 miliardi a disposizione del Recovery Plan dell’Italia.

Siamo fermamente convinti che da questo si debba ripartire, dall’idea di uno Stato che interviene nell’economia per aiutare cittadini e imprese in difficoltà, da un’idea di equità sociale che non lasci indietro i cittadini più deboli. Non possiamo lasciare che sia fatta tabula rasa delle conquiste epocali degli ultimi anni. Lo diciamo chiaramente: siamo disponibili a discutere con le altre forze politiche sugli interventi per migliorare queste misure, ma di sicuro non accetteremo una loro cancellazione.

Sappiamo benissimo che senza il Movimento 5 Stelle non c’è Governo stabile, e senza il Movimento 5 Stelle non saremmo qui a discutere su come spendere i fondi europei. Noi sentiamo la responsabilità di partecipare, con le altre forze politiche, a migliorare il piano già presentato dal Governo Conte e a tradurlo in azioni concrete che garantiscano il rilancio del Paese. Ripartire da zero, facendo tabula rasa di quanto fatto finora, non farebbe il bene dell’Italia, che ha bisogno di misure chiare e di un’attuazione veloce delle stesse.

Noi del Movimento 5 Stelle abbiamo scelto Conte alla guida del Governo, e insieme, senza libretto di istruzioni, abbiamo affrontato in maniera esemplare una pandemia mondiale. Ora, invece, la guida per superare queste crisi politica ce l’abbiamo: la nostra Costituzione

Nel testo fondamentale della nostra Repubblica, infatti, è previsto che i momenti di crisi si superino in Parlamento, cercando una sintesi tra le varie posizioni in campo. Ci auguriamo che anche le altre forze politiche dimostrino la stessa maturità, aprendo un dibattito pubblico sui temi e sul futuro del Paese.

Da parte nostra, garantiamo, in primis ai nostri elettori, che il Movimento 5 Stelle continuerà a discutere con le altre forze politiche con grande senso di responsabilità e in maniera trasparente, tenendo come punti fermi le conquiste portate a casa in questi anni e senza rinnegare niente di quanto fatto finora.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Verso un nuovo piano vaccini, Figliuolo: "Andate e vaccinatevi"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AvellinoToday è in caricamento