rotate-mobile
Politica

Avellino, il consigliere Francesco Iandolo traccia il bilancio di fine mandato

Il capogruppo di Avellino Prende Parte ha fornito un resoconto delle attività svolte e ha presentato l'agenda per gli ultimi 100 giorni di mandato allo scopo di lanciare i temi con cui potrà ripartire la nuova consiliatura, confermando che il campo largo è ancora al lavoro per scegliere il candidato a sindaco

"Quando cinque anni fa abbiamo dato vita all'esperienza di Avellino Prende Parte eravamo mossi dall'unico desiderio di poter dar voce alle tante battaglie sociali portate avanti, fuori dalle istituzioni, da una moltitudine di soggetti che giorno dopo giorno si rimboccavano le maniche per costruire una Avellino più giusta". Esordisce così Francesco Iandolo, consigliere di minoranza del Comune di Avellino, tracciando il bialncio di mandato a pochi mesi dalla fine della consiliatura.

92 iniziative consiliari, 35 mozioni presentate in Consiglio, 15 intterrogazioni. Iandolo: "Abbiamo prodotto tanto"

"È doveroso, nei confronti delle persone che mi hanno dato la loro fiducia quattro anni e mezzo fa, riportare e rendicontare quello che è stato fatto portando le istanze sociali all'interno del luogo che doveva essere l'agorà principale dove dibattere delle questioni della città, ma che invece in questi quattro anni e mezzo è stato completamente svuotato. Si racconta di un'opposizione silente, al contrario ha prodotto e anche tanto a differenza di tutti gli altri consiglieri che si sono limitati solo ad alzare la mano" sottolinea il consigliere comunale rimarcando che, durante la consiliatura ancora in corso, sono state 92 le iniziative consiliari, 35 le mozioni presentate di cui 12 quelle approvate, 15 le interrogazioni e 22 le segnalazioni. Le attività svolte hanno riguardato mobilità, cultura, sport, diritti: nello specifico il ripristino del fondo sviluppo delle reti ciclabili urbane, l'informativa sul progetto di restauro della Dogana di Avellino, la cittadinanza onoraria a Patrick Zaki, benefici legge Bacchelli a Marcello Colasurdo, parità di genere e utilizzo delle risorse dei fondi Recovery Fund.

Oltre a presentare un resoconto delle iniziative portate avanti, il capogruppo di Avellino Prende Parte ha proposto anche l'agenda per gli ultimi 100 giorni di consiliatura ai quali seguiranno le elezioni amministrative, in programma a giugno. "Pensiamo che siano importanti anche gli ultimi giorni di una consiliatura per lanciare il lavoro, che non può interrompersi per il bene della città. Partiamo così dal nuovo regolamento del Forum dei Giovani, da quello per il riutilizzo dei beni confiscati alla criminalità organizzata, immaginando il futuro dell'Isochimica insieme all'intero quartiere di Borgo Ferrovia e ai lavoratori per restituire quanto è stato tolto con una richiesta RFI di risarcimento attraverso un investimento in uno stabile di produzione e manutenzione in grado di risarcire il quartiere con il lavoro".

Centrali nell'agenda programmatica anche i temi riguardanti la mobilità quali il rilancio dell'infrastruttura e del traffico ferroviari e l'adeguamento del raccordo Av/Sa in A2: "Se non cogliamo questi sviluppi e immaginiamo una nuova viabilità, se non ci dotiamo di parcheggi e non cerchiamo di capire come possa migliorare la qualità della vita, passeranno altri dieci anni e continueremo a raccontare di questi progetti e quando saranno finiti ci ritroveremo senza nulla in mano".

Amministrative: "Non abbiamo ancora il nome del candidato sindaco, ci stiamo lavorando"

Per quanto riguarda le elezioni comunali di giugno 2024 e la scelta del candidato a sindaco del campo largo, il consigliere comunale dichiara: "Ci stiamo lavorando. Siamo convinti che non è una questione di nome civico o politico ma che il politico debba rappresentare una figura civica che ha lavorato in città, che possa essere riconosciuto per quello che ha fatto. Le battaglie civili e sociali hanno bisogno di rappresentanti adeguati e all'altezza della sfida e crediamo che il nostro primo compito sia quello di dare una speranza ai cittadini avellinesi, trovando una proposta politica capace di colpire nel segno quelle che sono le loro aspettative".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Avellino, il consigliere Francesco Iandolo traccia il bilancio di fine mandato

AvellinoToday è in caricamento