menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Foti tira dritto e annuncia una nuova giunta per il 2016

"Se qualcuno pensa di prendermi per stanchezza, per sfinimento, si sbaglia di grosso. Di qui a pochi giorni – ha annunciato il Sindaco – mi presenterò in quest’aula con la nuova Giunta"

Così come richiesto dai consiglieri di opposizione e così come concordato in Conferenza dei Capigruppo, la seduta del Consiglio Comunale di Avellino di questa sera si è aperta con la discussione politica. 

Alle assenze di ieri si sono aggiunte anche quelle dei consiglieri dameliani Salvatore Cucciniello, Francesca Medugno e Salvatore Miro. Solo in tredici consiglieri a sostenere il sindaco in aula.

A prendere la parola è stato il Sindaco Paolo Foti che ancora una volta ha ribadito con forza che non arretra di un millimetro la sua posizione. “Non sono una persona – ha dichiarato il primo cittadino – che fugge rispetto alle responsabilità che ho assunto nell’ultima tornata amministrativa. Un gesto di responsabilità il mio che mi sarei aspettato da parte di tutti rispetto alle difficoltà che attanagliano la città di Avellino. Il mio auspicio sarebbe stato quello di fare politica, all’esterno e all’interno del Palazzo di Città, secondo il criterio del ‘NOI’. Ma purtroppo devo constatare che invece prevale il criterio dell’ ‘IO’. Ma nonostante ciò e nonostante questa fase di grande difficoltà, l’attività dell’Amministrazione va avanti spedita ogni giorno. Proprio questa mattina – ha annunciato il Sindaco – in Conferenza dei Servizi è stato definito l’avvio serio e concreto della bonifica dell’Isochimica con l’affidamento di 1milione e 300mila Euro per la rimozione del silos e della gru. Interventi questi che partiranno al massimo fra un paio di settimane e che finalmente, grazie a questa Amministrazione, metteranno la parola fine ad un cancro antico di questa città. Io – ha proseguito Foti – rispondo con i fatti solo ai cittadini di Avellino. Non rispondo a qualche segreteria particolare o a segreterie politiche. Per me la bussola, l’ago della bilancia è e resta soltanto la città di Avellino con le sue necessità. Spererei che questa bussola stesse anche nella testa di tutto il Consiglio Comunale, anche degli assenti. Assenze perduranti e irragionevoli. Avellino ha bisogno di solidarietà vera verso le sue antiche difficoltà. Se qualcuno pensa di prendermi per stanchezza, per sfinimento, si sbaglia di grosso. Di qui a pochi giorni – ha annunciato il Sindaco – mi presenterò in quest’aula con la nuova Giunta. Il mio dovere è assicurare alla città una possibilità, una svolta. Se dovesse perdurare questo clima di guerriglia continua a livello politico, questa città non avrà futuro, perché purtroppo molto spesso  si declama il bene della città solo a chiacchiere. Il mio messaggio è rivolto in modo particolare agli assenti. Se qualcuno pensa che io mollo gli ormeggi ha sbagliato di grosso. Ho deciso di mettermi al servizio della città, sto rendendo un servizio alla città e intendo farlo fino alla fine del mio mandato”.

Sin qui l’intervento del Sindaco Paolo Foti a cui ha fatto seguito il dibattito politico con i consiglieri di opposizione che hanno puntato il dito contro una maggioranza sempre più risicata e che hanno rivendicato maggiore coinvolgimento nell’attività e nelle scelte amministrative, e i consiglieri di maggioranza che ritengono sia arrivato il momento di essere chiari una volta per tutte al fine di intraprendere finalmente un percorso condiviso per portare a termine, nel migliore dei modi e soprattutto nell’interesse della città, questa esperienza amministrativa.

Conclusa la discussione politica l’aula ha proseguito i lavori  approvando, con il solo voto della maggioranza,  tutti debiti fuori bilancio all’ordine del giorno tranne quello  al punto 3 relativo ad “interventi di sgombero neve durante il periodo febbraio 2012. Ditta Calcestruzzi Irpini” che, accogliendo la pregiudiziale del consigliere Dino Preziosi, è stato ritirato per ulteriori verifiche. Il Consigliere Costantino Preziosi fa notare che "i debiti fuori bilancio possono essere riconosciuti senza gli interessi moratori, quelli vanno pagati nella spesa corrente. Quando i debiti non sono decisi dai giudici non possono essere inseriti così come capitato in questo caso. Ritengo che questa pratica non sia applicabile. Vi chiedo di sospenderla e stornare i debiti moratori".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Zona Rossa, la precisazione della Regione Campania

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AvellinoToday è in caricamento