rotate-mobile
Sabato, 4 Dicembre 2021
Politica

Fondazione An, mozione sostenuta dai D'Ercole e De Conciliis viene bocciata

Vince la mozione di Fratelli d’Italia nella conta serale all’assemblea dei soci della Fondazione An. Giorgia Meloni a fine assemblea ha annunciato: "Finalmente si fa chiarezza e si capisce a chi spetta il compito di aggregare la destra moderna"

Vince la mozione di Fratelli d’Italia nella conta serale all’assemblea dei soci della Fondazione An, nell’hotel Midas di Roma. La proposta, intitolata Fondazione per l’Italia, sulla quale sono confluiti i voti dei delegati di Fratelli d’Italia e di quelli vicini a Ignazio La Russa, Altero Matteoli e Maurizio Gasparri, sbaraglia  la ‘mozione dei quarantenni’ incassando 266 sì su 490 votanti, superando il quorum dei 246 voti. Bocciata dunque la “mozione dei quarantenni”, sostenuta qui in Irpinia da Franco e Giovanni D'Ercole, Ettore de Conciliis, Raffaele Gregorio. 

L’assemblea ha quindi confermato, con il successo della mozione di Fdi, che il movimento guidato da Meloni potrà continuare ad utilizzare sulle liste elettorali il simbolo della “Fiamma tricolore” con la scritta Alleanza Nazionale.

Giorgia Meloni a fine assemblea ha annunciato: "Finalmente si fa chiarezza e si capisce a chi spetta il compito di aggregare la destra moderna. La legittimazione di Fratelli d’Italia è avvenuta prima attraverso il consenso popolare e oggi anche nella Fondazione An: non ne dubitavamo. Fratelli d’Italia è l’unico partito presente in Parlamento che si richiama ai valori della destra e che continua a crescere e a lavorare sul territorio. Manterremo l’impegno preso e da oggi daremo il via ad una grande campagna di aggregazione”.

Ancora più sprezzante Maurizio Gasparri: "Sono state infatti bocciate le manovre di Fini e Alemanno, che hanno utilizzato come portavoce dei presunti quarantenni, dapprima per andare all’assalto delle risorse della Fondazione e poi per mettere in piedi una non meglio precisata destra che dopo i fallimenti politici di Fini avrebbe portato solo disastri. Io e Matteoli e altri siamo convintamente in FI per rilanciare tutto il centrodestra. Siamo stati determinanti nell’esito finale per evitare una confusione nell’uso del simbolo e per affermare un uso corretto delle risorse della Fondazione che non possono essere presi per fini politici".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fondazione An, mozione sostenuta dai D'Ercole e De Conciliis viene bocciata

AvellinoToday è in caricamento