Il filosofo Fusaro accetta l'invito del candidato Morano: "Farò infuriare Mancino e De Mita"

Diego Fusaro: "Se Morano sarà eletto farò di Avellino una nuova Atene"

"Ho raccolto l'invito del mio amico Ettore de Conciliis ed ho accettato la proposta del candidato sindaco Sabino Morano, e mi dichiaro quindi disponibile, in caso di vittoria di questo, a ricoprire l'ufficio di assessore alla cultura della citta' di Avellino". Lo ha annunciato in una nota il giovane filosofo Diego Fusaro, ricercatore dell'Universita' Vita Salute San Raffaele di Milano e volto noto della televisione, che ha accettato l'offerta fattagli dal candidato sindaco di Avellino della coalizione di centrodestra Sabino Morano. "In questi anni, con la mia olimpica compostezza atarassico-epicurea, ho fatto infuriare Monti e Di Pietro, Librandi e Mughini, Adinolfi e Santanche', Cecchi Paone e Friedman. Adesso faro' infuriare anche Ciriaco De Mita e Nicola Mancino, espressioni di un passato ormai sepolto dalla modernita', ma ancora al servizio di una causa antinazionale come quella del centrosinistra e del Partito Democratico", ha aggiunto.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Contro il pensiero unico, occorre oggi avere idee di sinistra e valori di destra. Idee di sinistra: lavoro, diritti sociali, senso sociale della comunita' e del bonum commune, solidarieta' antiutilitaristica. Valori di destra: Stato nazionale patriottico come fortilizio contro la privatizzazione liberista, famiglia contro l'atomizzazione individualistica della societa', lealta' e onore contro l''impero dell'effimero' e la superficialita' consumistica liberal-libertaria, spiritualita' e apertura alla trascendenza come opposizione ragionata al monoteismo idolatrico del mercato e all'ateismo nichilistico della forma merce. Poco importa se a destra diranno che siamo comunisti e a sinistra che siamo fascisti. E' il prezzo da pagare per chi abbia il coraggio di procedere controcorrente, consapevole che il vecchio sta morendo e il nuovo fatica a nascere. Faremo di Avellino una nuova Atene, partiremo dalla citta' simbolo del vecchio per creare qualcosa di nuovo, anzi di antico", ha concluso Fusaro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scuola, caos e rabbia ad Atripalda: 'volano stracci' tra la dirigente e le mamme

  • Elezioni regionali: i voti di tutti i candidati irpini

  • Sabato sera di sangue, incidente mortale sul raccordo Salerno-Avellino

  • Elezioni regionali, chi sono i quattro eletti in Irpinia

  • Incidente mortale sul Raccordo Avellino-Salerno: le immagini del drammatico sinistro

  • Violenta aggressione ad Avellino, dipendente di un bar finisce all'ospedale

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AvellinoToday è in caricamento