menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Energie per l'Italia, in attesa dell'accordo con il centrodestra, Centrella si dice pronto

Il nodo sembra non solo politico: Parisi vorrebbe far parte della coalizione ma con la stessa dignità riconosciuta a tutti gli altri partiti

Faranno in tutti i modi di rientrare nel centrodestra. “Energie per l’Italia” di Stefano Parisi per ora si mantiene fuori dall’alleanza di centrodestra che comprende Forza Italia, Lega, Fratelli d’Italia e la quarta gamba di Noi con l’Italia.

Ad Avellino, in attesa dei risvolti nazionali, Giovanni Centrella, ex segretario dell’Ugl ha annunciato: “Ho dato la disponibilità alla mia candidatura alla Camera dei Deputati nei collegi irpini, sia uninominali che plurinominali e in Basilicata nei collegi plurinominali. Una nuova esperienza per il bene del territorio irpino e lucano”. Il nodo sembra non solo politico: Parisi vorrebbe far parte della coalizione ma con la stessa dignità riconosciuta a tutti gli altri partiti. A pieno titolo, insomma. In caso contrario – ha affermato apertamente – il suo movimento si presenterà come un polo autonomo: “Chiediamo l’apparentamento con il centrodestra. Il nostro è un appello a Berlusconi, Meloni e Salvini: noi siamo il centrodestra e vogliamo aderire alla coalizione. Entro una settimana devono darci una risposta chiara“. Quasi un ultimatum, alla scadenza del quale Parisi scioglierà le sue riserve e deciderà il da farsi.

E non avrà neanche l’assillo delle firme per presentare il simbolo grazie alla presenza parlamentare di Civici Innovatori, l’ala di Scelta Civica che non ha seguito Enrico Zanetti prima nell’alleanza con Denis Verdini e poi nella quarta gamba del centrodestra.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Coronavirus in Irpinia, 67enne deceduta al Moscati

  • Cronaca

    Coronavirus in Irpinia, due anziani deceduti al Frangipane

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AvellinoToday è in caricamento