Fruncillo: "L'enogastronomia la nostra priorità"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AvellinoToday

La candidata Ines Fruncillo presente all'incontro organizzato dal Movimento Irpino per il Bene Comune presso il circolo della Stampa di Avellino, ha evidenziato che la politica è, per sua natura, uno strumento educativo, forse il più nobile e il più grande e i politici sono responsabili di un profondo rinnovamento morale del nostro paese. La persona deve sempre essere al centro del dibattito politico, bisogna parlare con la gente comune, quella che s'incontra agli angoli delle vie, nelle piazze, nei bar. In ognuno c'è un problema da risolvere, una questione aperta. Se trovano ascolto e comprensione in chi li rappresenta, si sentono rispettati nella loro dignità, nel loro modo di essere cittadini. Solo in questo modo si possono avvicinare al voto. Chi si affaccia alla politica deve farlo con la consapevolezza di avere un compito da svolgere, che è innanzitutto e soprattutto, servizio. Confronto ma non scontro. "I contributi programmatici proposti dal MIBC,sposano appieno la mia linea politica, soprattutto quando si parla di difendere l'autentica vocazione dell'Irpinia valorizzando i settori di eccellenza dell'agroalimentare, del turismo, dell'artigianato. Per far questo è necessaria una visione chiara sulla programmazione dei nuovi fondi europei. Il turismo è la nostra grande risorsa. Lo sviluppo di questo territorio passa attraverso la tutela di molte eccellenze, dall'enogastronomia agli attrattori del turismo con attenzione alle piccole imprese che sono la maggioranza e che hanno difficoltà ad imporsi sui mercati. C'è bisogno di un coinvolgimento dei cittadini, delle associazioni di promozione del turismo e dei rappresentanti delle attività produttive, atto a sviluppare un piano coordinato di valorizzazione delle risorse per consolidare, promuovere, implementare l'immagine del territorio nel suo complesso e nel suo impatto verso l'esterno. C'è la necessità di realizzare un serio progetto di valorizzazione e promozione . Il territorio rurale e le sue produzioni tipiche sono uno dei patrimoni più suggestivi della cultura di una regione e dalla coscienza di questa realtà sono nate numerose esperienze di valorizzazione del territorio rurale e delle produzioni tipiche. Fra esse gli itinerari enogastronomici stanno assumendo una particolare rilevanza per la ricchezza del territorio. Serve promuovere sui mercati nazionale e internazionale prodotti di eccellenza diffondendoli e rafforzandone l'interesse presso i consumatori di tutto il mondo attraverso il richiamo alla notorietà globale dell'Irpinia, testimone ovunque del "meglio dell'Italia", in termini di ingegno, creatività, laboriosità e qualità uniche, dal vino al cibo, dall'impresa al turismo. Penso allo sviluppo dell'enoturismo, ad esempio, che può dare vita ad esperienze di turismo di qualità, in grado di favorire i processi di sviluppo territoriale, anche attraverso un'offerta turistica integrata. Alleanze strategiche che impongano ai territori nuove relazioni, rimodulate in funzione di interessi ed obiettivi comuni, operando attraverso una numerosità di strumenti di varia natura, quali piani e programmi strategici, progetti di marketing territoriale, urbano, ambientale e turistico, progetti integrati, ecc..".
I più letti
Torna su
AvellinoToday è in caricamento