menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Elezioni, rush finale per presentare le liste. Chi saranno i candidati?

Liste che vengono fatte e disfatte, non c'è pace nei partiti. Le sorprese non mancheranno, come le esclusioni eccellenti. Tanta la voglia di candidarsi...ma per fare cosa e come...resta un segreto

La notte sarà insonne per molti. Ad un giorno dal gong per la presentazione delle liste alle elezioni regionali nulla è ben delineato. Nomi che vanno, nomi che vengono. E siamo certi che le sorprese, con esclusioni eccellenti non mancheranno.

Gli unici ad aver già chiusi i giochi interni sono il Movimento Cinque Stelle con le candidature di Vincenzo Ciampi, Maria Pallini, Luca Carosella e Tiziana Guidi, con candidato presidente Valeria Ciarambino.

Per Sinistra al Lavoro che sostiene il candidato presidente Salvatore Vozza ci saranno Roberto De Filippis, Raffaele Aurisicchio, Anna De Luca e Carmen Ricci. Da qui in poi c’è la massima confusione. A partire dal Partito Democratico che non ha sciolto ancora la riserva sui sei nomi: i contatti con Roma diventano sempre più fitti. Enzo De Luca, Rosetta D’Amelio, Roberta Santaniello e Beniamino Palmieri erano i nomi accreditati. Rischia solo quest’ultimo, per pagare dazio nei confronti di Francesco Todisco, l’ala sinistra sofferente. Il sindaco di Montemarano, che rappresenta tra il novero dei candidati, il volto nuovo stringe i tempi e spera nel rinnovamento “renziano” per avere la meglio.
Nelle altre liste a supporto di De Luca, Campania in rete che fa riferimento ad Arturo Iannaccone sono ormai ufficialmente candidate la consigliera comunale di Avellino Mafalda Galluccio e Rosa Caccese di Montecalvo. Sugli uomini c’è massimo riserbo. Non è da escludere la discesa di Arturo Iannaccone.

Per la lista del presidente De Luca, i candidati sono già da tempo noti: Carlo Iannace e Geppino Vetrano. Eliana Visone di Solofra per una quota rosa.

Per l’altra lista civica Campania Libera Checco De Giovanni ex sindaco di Montoro Superiore, Vincenza Luciano di Avella e Michela Monaco di Vallata. Ballottaggio Carlo Pizzillo – Enzo Caso per l’ultimo posto.

Per la lista Davvero ci sarà il consigliere comunale e provinciale Gianluca Festa e Pellegrino Palmieri di Avella.  I socialisti puntano sull’atripaldese Arturo Iaione, Pellegrino Del Regno di Montoro, Irene Mascioli di Ariano e Agata Tarantino. 

Infine la lista Centro Democratico-Scelta Civica. Pedina di punta Enzo Alaia, mister preferenze alle ultime provinciali,  poi Serafina Trofa. Ci sarà o meno un De Mita, lo si saprà a poche ore dalla presentazione delle liste. Giuseppe (l’ex sindaco non il deputato) sta sfogliando la margherita, o meglio capendo cosa succede in famiglia.

Perché se il centro è sempre stato l’ago della bilancia, per l’edizione 2015 potrebbero esserci novità di grande rilievo. In casa Udc, il veto personale posto da Ciriaco De Mita per una lista unica con Ncd, per non contarsi con il plurivotato nel 2010 Pietro Foglia potrebbe costargli caro. L’Udc nelle ultime ore sta perdendo pezzi. Ha difficoltà evidenti ad allestire una formazione con il proprio simbolo per la mancanza di candidati soprattutto nel napoletano. 27 nomi non sono semplici da trovare e l’addio di Sommese è una ulteriore mazzata, difficile da digerire. A Salerno il discorso è simile. Solo ad Avellino De Mita è nelle condizioni di fare una lista: dal segretario provinciale Maurizio Petracca, Maria Rosa Lepre di Montoro e Antonella De Angelis. Con Sirignano che si è ritirato in buon ordine, quel posto lasciato libero dovrebbe essere occupato da Raffaele Lanni di Rotondi, ex Pdl, Ncd.

Tra le liste che sostengono Caldoro chi ha già la lista pronta e deve solo consegnarla è Forza Italia: Franco Di Cecilia (per l’Alta Irpinia, Giuseppe Galasso (per la città e hinterland), Marika Grande (Ariano) e Ines Fruncillo (vallo di Lauro) per coprire l’intera provincia.

Il Nuovo Centrodestra ha in Pietro Foglia la macchina del voto. Lo affiancherà Gino Cusano, Angelina Aldorasi e non Rosalia Passaro ma Monica Spiezia, consigliera comunale di Avellino.

Per la lista Caldoro c’è una novità, ma che tanto non lo è. Antonia Ruggiero correrà con la lista del presidente. Al suo fianco Sergio Nappi. Completano Ettore Zecchino, altro consigliere uscente come i primi due e Maria Vivolo di Bagnoli Irpino.

In Fratelli d’Italia già sono in campo Orazio Sorece di Volturara, Genoveffa Pizza di Montella , Carmela Diana di Montoro. Completerà il quartetto quasi sicuramente Ettore De Conciliis per la città, uomo di destra con la fiamma sempre nel cuore.

Non pervenuti al momento i candidati per Noi Sud. La lista è in via di formazione in tutte le altre province. Per la lista Fisco e Giustizia, probabile la candidatura di Nicola Serafino di Montecalvo. Per Popolari per l'Italia, sarà Giuseppe Solimene di Trevico a fare da traino. Sarà affiancato dalla linea verde e persone alla prima candidatura. Insidia un po’ tutti i candidati e sgomita per trovare una sistemazione nelle liste a sostegno del presidente Stefano Caldoro, Tonino Aufiero, sindaco di Pratola Serra e sponsorizzato da Fulvio Martusciello. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Zona Rossa, la precisazione della Regione Campania

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Coronavirus in Irpinia, deceduto 84enne al Frangipane

  • Cronaca

    Coronavirus, Gigi Marzullo positivo al covid-19

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

  • Homepage
  • Ultim'ora
  • Cronaca
  • Zone e Quartieri
  • Sport
  • Politica
  • Eventi
  • Cinema
  • Economia e Lavoro
  • Salute
  • Attualità
  • Ambiente
  • Video
  • Foto
  • Notizie dall'Italia
  • Meteo
  • Segnalazioni
  • Opinioni
AvellinoToday è in caricamento