menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Cesa e G. De Mita: "Dialogo interrotto perchè si ponevano in una condizione di scontro e di aggressione"

Un anticipo di quanto racconterà oggi il vicesegretario dell'Udc

Il nostro obiettivo in Campania era quello di concorrere a realizzare una convergenza tra forze politiche fondata, da un lato, sul rispetto reciproco e, dall'altro, sulla condivisione di un programma funzionale ad affrontare il tema della crisi delle istituzioni sul territorio". Lo dichiarano Lorenzo Cesa e Giuseppe De Mita, segretario e vicesegretario dell'Udc.
"Avevamo avviato un percorso di dialogo - continuano - che altri hanno ritenuto di interrompere di fatto assumendo scelte che oggettivamente si ponevano in una condizione di scontro e di aggressione. Di fronte a questo abbiamo dovuto assumere decisioni che avessero innanzitutto  a riferimento la tutela della dignità del nostro partito, perché se avessimo accettato che si desse di noi l'immagine di una forza politica piegata verso posizioni marginali o di retroguardia avremmo rinunciato ad esistere". 

"Riteniamo - concludono Cesa e De Mita - di essere stati i primi protagonisti di un percorso di ricomposizione del quadro politico e non vogliamo rinunciare a questo protagonismo. Le scelte assunte restano, pertanto, per noi all'interno della stessa prospettiva di riaggregazione di un'area elettorale oggi priva di punti di riferimento. Dobbiamo prendere atto che in una fase di transizione le decisioni non si spiegano dentro uno schema, ma in ragione delle condizioni di praticabilità".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AvellinoToday è in caricamento