rotate-mobile
Sabato, 4 Dicembre 2021
Elezioni regionali Campania 2015

Carfagna: "Essere orgogliosi di avere Sibilia come guida"

Sala gremita per la presentazione della lista di Forza Italia. Patriciello: "Scegliere tra politica e antipolitica". Gambacorta: "Caldoro non ha dimenticato l'Irpinia"

Forza Italia finita? A vedere i numeri della gente presente all’incontro con i quattro candidati e la portavoce del partito Mara Carfagna sembra proprio di no. Sala gremita in ogni ordine di posto. Il colpo d’occhio impressiona anche la stessa deputata, mezza irpina (papà di Lioni).  “Grazie Cosimo perché Forza Italia qui è diventato un grande partito sotto la tua guida. Un dato incontrovertibile. Di questo – dice Mara Carfagna rivolta verso la platea - dovete sentirvi orgogliosi, soprattutto di averlo come guida. Complimenti per questa squadra credibile e autorevoli che rappresenta al meglio i nostri valori, la politica come passione, servizio e dialogo costante con i propri territori, non come mestiere. Questo team saprà far bene e dare un contributo determinante qui ad Avellino, è una battaglia che dobbiamo giocare fino all’ultimo secondo, il 31 maggio è una data cruciale, si segna uno spartiacque tra la possibilità di continuare un lavoro o lasciare la Regione a un signore che fa politica solo per gestire e occupare il potere”.

La Carfagna non è tenera con il suo concittadino De Luca: “E’ un cafone, offende continuamente. A Salerno non venite solo durante luci d’artista, venite e guardate la città abbandonata. Bisogna riflettere sulla grande responsabilità che abbiamo perché Vincenzo De Luca gioca con menzogna e propaganda e lo stesso accade anche a livello nazionale. E’ la cultura del centro- sinistra e noi abbiamo il compito di salvare la Campania da questi pseudo-politici”. Poi spiega del lavoro svolto da Caldoro: “Noi ci abbiamo messo poco per trasformare il volto della Campania, rischiavamo di fare la fine della Grecia per i debiti contratti dal centro sinistra, che aveva ingigantito solo il suo bagaglio di potere. La Campania era una regione sporca, senza efficienza sanitaria, i primari servivano solo per il consenso elettorale, era una terra di opportunità sprecate, con un alto tasso di giovani che abbandonavano i loro territori. Dobbiamo dire grazie a Caldoro e a FI perché in Campania abbiamo riacquistato la dignità e l’orgoglio di essere cittadini di questa regione. Il nostro presidente si è preso cura di tutti i cittadini campani, non guardando alle tessere di partito, mentre prima c’erano cittadini di serie A e di serie B. Certo i sacrifici sono stati tantissimi, ma adesso si sono realizzati avanzi di bilancio che ci consentiranno di giocare un ottimo secondo tempo”.

Mara Carfagna ad Avellino

Durante la kermesse ha preso la parola l’europarlamentare Aldo Patriciello: “E’ senz’altro un momento negativo per il mondo del lavoro, in tutta Italia, spesso si accomunano i buoni e i cattivi spesso una responsabilità ricade su tutti, dobbiamo convincere gli elettori ad andare a votare, non si può abdicare o esprimere voti di protesta. Tutte le campagne sono difficili, ma questa è la vera competizione perché si tratta di una partita importante, di una fase in cui si sceglie tra la politica e l’anti-politica. Caldoro ha amministrato questa regione in un momento di grande difficoltà, è una persona perbene e pacata. Non serve parlare con volume alto, Caldoro si ripresenta per continuare questo percorso”.

L’invito a sostenere Caldoro convintamente è arrivato dal presidente della Provincia e sindaco di Ariano Domenico Gambacorta. “Non partiamo da zero ma dal risultato brillante delle europee dello scorso anno. L'ottima manifestazione organizzata da Sibilia ne è la dimostrazione. Caldoro non ha dimenticato l’Irpinia, in questa provincia sono giunti finanziamenti per oltre un miliardo in vari settori strategici. Sono tranquillo sui sondaggi, io avrei perso secondo loro e invece poi ho vinto” – riferendosi alle elezioni provinciali - 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Carfagna: "Essere orgogliosi di avere Sibilia come guida"

AvellinoToday è in caricamento