rotate-mobile
Elezioni

Martusciello e Mussolini in Irpinia per una crescita europeista: "Forza Italia conta, gli altri no"

Un incontro dedicato alla valorizzazione del Mezzogiorno e alla partecipazione attiva nell'Europa dei popoli

Oggi, in Irpinia, sono giunti il Segretario regionale, l'Onorevole Fulvio Martusciello, capo delegazione di Forza Italia al Parlamento Europeo, e l'Onorevole Alessandra Mussolini, europarlamentare, entrambi candidati al Parlamento Europeo. La giornata è iniziata con un tour presso alcune aziende irpine ed è terminato in Piazza Libertà ad Avellino, presso la vineria Dwine.

"Votare per Forza Italia significa votare per un partito che conta in Europa, perché è all'interno del Parlamento Europeo. Gli altri non contano, quindi è come mettere i voti in congelatore. Inoltre, qui siamo in una vineria e Forza Italia ha fatto molto per questo settore. Noi ci siamo battuti per evitare l'etichettatura dei vini con avvertenze che il vino nuoce gravemente alla salute, messaggi che vanno a intaccare i nostri prodotti italiani e anche le aziende. Sto visitando tantissime aziende: lo Stato deve essere facilitatore, non ostacolare. Anche, per esempio, sulla crisi energetica e il fotovoltaico: se le aziende vogliono installare il fotovoltaico, tu le devi agevolare, perché significa risparmio e aumento del lavoro", ha dichiarato Alessandra Mussolini.

Sul centrodestra avellinese, profondamente diviso, la Mussolini aggiunge: "Io mi auguro sempre l'unità, perché le persone non capiscono queste divisioni, che sono sempre negative e portano sempre alla negatività. In genere, non si tolgono o aggiungono membri alla vigilia di campagne elettorali così importanti. È un peccato che ad Avellino non ci sia stata questa unità. Gli altri non lo sanno e possono anche sostenere altri partiti, ma Forza Italia conta, gli altri no. Nelle commissioni, quando parliamo di immigrazione, dove l'Italia fa un lavoro straordinario, non ci sono, non partecipano neanche alle riunioni perché non contano. Hanno altre famiglie politiche, è una scelta, ma è così. L'Europa a volte sembra lontana, ma può fare tanto, soprattutto per le aree interne, e qui siamo nelle aree interne. Io dico una cosa, soprattutto ai giovani: l'Europa in questo momento dà molti soldi attraverso fondi diretti e indiretti. Cosa devono fare anche i comuni? Creare delle organizzazioni 'In house' e i giovani possono fare corsi di Europrogettazione. È come dire: qui ci sono i soldi e qui c'è il progetto che vuoi realizzare. Come prendi questi soldi con l'Europrogettazione? Facciamolo, altrimenti molti fondi andranno, per esempio, alla Polonia, e questo sarebbe molto grave".

"La situazione è molto positiva perché ovunque abbiamo piazze piene, e avremo anche urne piene", aggiunge con entusiasmo Fulvio Martusciello. "C'è tantissima voglia di votare Forza Italia. C'è consapevolezza che,, votando Forza Italia, si vota un partito che sarà nella prossima maggioranza. Un partito al Parlamento Europeo, a cui aderisce Forza Italia, sarà sicuramente centrale. Il partito di Fratelli d'Italia è davvero minimale in provincia di Avellino; è una gestione del partito surreale. Io ho insistito tante volte con la rappresentanza provinciale per cercare di far candidare Giovanni D'Ercole, che è un grande esponente di Fratelli d'Italia. Invece, le rotture fra di loro hanno fatto sì che scegliessero l'isolamento. Noi, con Genovese, siamo fortemente consapevoli della responsabilità che avremo nel governare questa città. Stiamo portando avanti un progetto civico: l'abbiamo fatto anche ad Aversa e in altri comuni della regione Campania. Io sono per una coalizione di centro che in qualche maniera poi guardi verso destra, ma se non costruiamo un centro forte, fortissimo, non vinceremo mai le elezioni regionali. Invece, io voglio vincere le elezioni regionali e il 10 giugno, grazie al successo di Forza Italia, annunceremo il candidato presidente della regione Campania".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Martusciello e Mussolini in Irpinia per una crescita europeista: "Forza Italia conta, gli altri no"

AvellinoToday è in caricamento