rotate-mobile
Venerdì, 30 Settembre 2022
Elezioni

Elezioni, lettera di Fratelli d'Italia a Gianfranco Rotondi: "Certi di poter confidare nel suo operato"

La nota: "Come vent’anni fa chiediamo all’onorevole Rotondi una nuova pubblica promessa: qualsiasi sia l’esito elettorale della competizione, mai più questa terra sarà lasciata da sola a fronteggiare le sempre maggiori emergenze sociali ed economiche"

Riceviamo e pubblichiamo la lettera del Circolo Fratelli d'Italia di Avellino “Pippo De Jorio”, indirizzata all'On. Gianfranco Rotondi, candidato al

"Si ritorna finalmente al voto a conclusione di una legislatura contrastata ed instabile politicamente. Nel collegio di Avellino e provincia, a rappresentare il centrodestra è stato indicato, in quota Fratelli d’Italia, per obblighi di coalizione, l’onorevole Gianfranco Rotondi, pur non essendo organico al partito di Giorgia Meloni. L’ex ministro del Governo Berlusconi ritorna, dunque, alla politica irpina dopo oltre vent’anni di assenza, indotta da una pubblica promessa fatta durante la campagna elettorale alle amministrative del 1995, in cui Stefano Sorvino risultò sconfitto al ballottaggio da Antonio Di Nunno. Certi di poter confidare nell’operato del onorevole Rotondi, quale portatore delle nostre istanze programmatiche e valoriali chiediamo al nostro candidato alla Camera dei Deputati che si faccia interprete della rinascita funzionale e politica dell’intero centrodestra irpino e delle istanze territoriali di questa provincia. Come vent’anni fa chiediamo all’onorevole Rotondi una nuova pubblica promessa: qualsiasi sia l’esito elettorale della competizione, mai più questa terra sarà lasciata da sola a fronteggiare le sempre maggiori emergenze sociali ed economiche. In questi venti anni l’intera classe parlamentare, che doveva trasferire presso il Governo centrale le richieste del territorio, è risultata completamente inerme e marginale. Ad oggi Avellino è priva di una stazione ferroviaria per il trasporto merci e passeggeri. Il tasso di disoccupazione giovanile ha raggiunto la triste percentuale del 50%, un giovane su due è senza lavoro e con poche speranze di trovarlo qui. L’intera provincia sembra condannata allo spopolamento, fenomeno ormai in atto da almeno un decennio ma inevitabilmente destinato ad acuirsi. Nessuna prospettiva di sviluppo in assenza di politiche industriali e di investimento. Sappiamo che nessuno è in possesso di ricette salvifiche e sappiamo che le promesse elettorali non sempre possono essere mantenute per vincoli di bilancio e limitazioni di carattere comunitario ma di una cosa chiediamo contezza: l’impegno ed il rapporto con la città e la sua provincia non dovrà essere mai più reciso. Tutti dovranno poter contare su un punto di riferimento politico ed istituzionale che Gianfranco Rotondi può e deve incarnare a prescindere dalla sua entrata in Parlamento o al Governo del Paese. Tutti dovranno poter contare su un suo rinnovato e duraturo impegno nella crescita politica, economica e sociale della nostra amata Irpinia".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni, lettera di Fratelli d'Italia a Gianfranco Rotondi: "Certi di poter confidare nel suo operato"

AvellinoToday è in caricamento