rotate-mobile
Mercoledì, 5 Ottobre 2022
Elezioni

Elezioni, Piero De Luca (PD): "La destra è contro il Mezzogiorno, al sindaco Festa i miei migliori auguri"

Il candidato alla Camera presente alla chiusura della campagna elettorale del PD ad Avellino: "Continueremo a lavorare per il Sud, per l'Irpinia e per la Campania"

Presso l’Hotel de la Ville ad Avellino, si è tenuto l’incontro di chiusura della campagna elettorale del Partito Democratico d’Irpinia per le elezioni Politiche del 25 settembre.  

Presenti, all'incontro, il segretario provinciale del Partito Democratico, Nello Pizza, e i candidati del Partito Democratico: Caterina Lengua (candidata alla Camera dei Deputati, collegio plurinominale Avellino – Salerno), Rosetta D’Amelio (candidata alla Camera dei Deputati, collegio plurinominale Avellino – Salerno), Carlo Iannace (candidato al Senato della Repubblica, collegio uninominale Avellino – Benevento), Maurizio Petracca (candidato alla Camera dei Deputati, collegio uninominale di Avellino) e Piero De Luca (candidato capolista alla Camera dei Deputati, collegio plurinominale Avellino – Salerno). 

Piero De Luca: "PD unica forza che ha difeso il Sud in questi anni"

"Il messaggio indirizzato agli elettori è quello di riflettere bene su chi affidare il futuro dell'Italia e, soprattutto, del Mezzogiorno" afferma Piero De Luca, candidato capolista alla Camera dei Deputati nel collegio plurinominale Avellino-Salerno. "Da un lato, c'è il PD che ha lavorato in questi anni per difendere le risorse del PNRR al Sud al fine di creare nuove scuole, nuovi asili, nuove infrastrutture, anche in termini di Alta Velocità, con la stazione Hirpinia sulla linea Napoli-Bari, e le ZES per creare lavoro e occupazione per i giovani. Dall'altro, c'è una destra che è contro il Mezzogiorno, il PNRR e il 40% delle risorse al Sud e oggi vuole riscrivere quel piano nazionale di investimenti per tagliare le risorse per il Mezzogiorno e proporre un'idea di autonomia differenziata devastante per i nostri territori: significherebbe concedere, infatti, meno risorse per i servizi essenziali ai nostri giovani, alle nostre famiglie e ai nostri lavoratori. Noi non lo consentiremo e, in nome di un'Italia più forte, più dinamica, più giusta, chiediamo sostegno ai nostri elettori qui in Irpinia, in Campania e nel Sud, unendo il Paese e non dividendolo come fa la destra".

Sull'attacco di Gianluca Festa al PD e al Presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca: "Faccio i miei migliori auguri al sindaco di Avellino. In questi anni in Campania si è fatto un lavoro straordinario sotto tutti i punti di vista. Si è usciti da un commissariamento sul piano della sanità, abbiamo posto le basi per una cura del territorio e per un TPL più efficaci. A livello nazionale, abbiamo lavorato per le ZES e per attrarre imprese nel Mezzogiorno, lo abbiamo fatto per i giovani, per le donne e per gli uomini della Campania. Altre forze politiche non hanno fatto nulla per questo territorio e noi continueremo, con attenzione, umiltà e determinazione, a lavorare per il Sud, per l'Irpinia e per la Campania. Dobbiamo partire subito da un impegno concreto per frenare il caro bollette e le difficoltà che le famiglie hanno in questo momento storico".

"Non è assolutamente un referendum pro o contro De Luca: stiamo parlando del futuro di questo Paese, non del tentativo di confondere da parte di altre forze politiche. Il PD è l'unica forza politica che ha difeso il Sud in questi anni, chiariamolo bene a chi sta facendo confusione. La destra è stata ostile, nemica del Mezzogiorno, i M5S non hanno fatto niente per il Sud" conclude.

Petracca: "Abbiamo avuto cinque anni di abbandono da parte della rappresentanza parlamentare, Festa non ha mai votato PD"

"Il messaggio che vogliamo far arrivare agli elettori è quello di votare per la gente, per il radicamento, per l'Irpinia contro dei simboli vuoti senza rappresentanza" afferma Maurizio Petracca, candidato alla Camera nel collegio uninominale di Avellino. "Abbiamo bisogno di gente che rappresenti il territorio, al di là dei leader nazionali. Abbiamo avuto cinque anni di assoluto abbandono da parte della rappresentanza parlamentare, in quanto chi è stato eletto nell'ultima legislatura, oggettivamente, non si è mai visto. Non è un'opinione, è un fatto e nessuno può confutarlo".

Su un'ipotetica volata finale con il Movimento 5 Stelle, Petracca precisa: "Non credo nei sondaggi. Ci sono tantissime piccole comunità in Irpinia, al di sotto dei 5mila abitanti. Lì il radicamento dovrebbe portare un consenso importante. I sondaggi valgono nei capoluoghi di regione e nelle grandi realtà, nelle piccole la situazione è molto più complessa. In ogni caso, qualunque sia l'esito, vedere tutto questo sostegno è, per noi, già una vittoria".

Infine, sul sindaco di Avellino Gianluca Festa: "Mi sembra che non abbia mai votato PD. Non trovo nessuna novità".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni, Piero De Luca (PD): "La destra è contro il Mezzogiorno, al sindaco Festa i miei migliori auguri"

AvellinoToday è in caricamento