Politica

Elezioni provinciali, una testa un voto: ecco chi ha ricevuto più attestati di fiducia

Panoramica sul gradimento degli amministratori verso i consiglieri

Una testa un voto. Vediamo tra gli amministratori irpini chi ha avuto maggior fiducia alle elezioni provinciali, anche alla luce del voto ponderato che agevola i candidati dei grandi comuni a discapito dei piccoli.

Proprio in controtendenza l’amministratore che ha riscosso più appeal viene da uno dei comuni al di sotto dei tremila abitanti: è Fausto Picone di Candida, che incassa la fiducia di 86 amministratori, punto di riferimento di Vincenzo Alaia, consigliere regionale che due anni fa, da consigliere provinciale centrò il record della migliore performance per numero di votanti ponderati. Segue Picone, Luigi Tuccia, consigliere provinciale uscente del Partito Democratico di Atripalda, supportato dall’area di Rosetta D’Amelio (71 voti). Terzo in classifica Vito Farese del Partito Democratico (area Enzo De Luca), sindaco di Conza che supera di un solo voto Franco Di Cecilia di Forza Italia punta di diamante dello scacchiere di Cosimo Sibilia.

Ma non mancano le peggiori performance: dal già citato Genuino di Meo di Volturara, candidato nell’Udc, che non si vota neanche personalmente. Per molti amministratori resta l’amaro in bocca per non aver ricevuto neanche il voto unanime dei consiglieri che siedono nella stessa assise. Fare la lista è davvero lunga, gli effetti si vedranno nei prossimi giorni quando alcune amministrazioni inizieranno a fibrillare per veti incrociati.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni provinciali, una testa un voto: ecco chi ha ricevuto più attestati di fiducia

AvellinoToday è in caricamento