menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Elezioni Monteforte, è già sfida: smascherata una prima bugia

Basta un volantino con la lettera di presentazione di Costantino Giordano a candidato sindaco che a Monteforte si infiamma la sfida. Tra promesse mancate, propositi per il futuro c'è la prima bugia. Si sa, hanno le gambe corte… E in campagna elettorale ancor di più

Basta un volantino con la lettera di presentazione di Costantino Giordano a candidato sindaco che a a Monteforte si infiamma la sfida. Tra promesse mancate, propositi per il futuro c'è la prima bugia. Si sa, hanno le gambe corte… E in campagna elettorale ancor di più.

Nella letterina inviata da Costantino Giordano ai cittadini montefortesi, tra le altre accuse riferite alla maggioranza uscente (di cui ancora fa parte), afferma: “Il mio desiderio di salvare ciò che amo è stato premiato con l’estromissione dalla Giunta comunale, quando mi opposi in maniera ferma e decisa alla realizzazione di un impianto a biomassa… Ne vado fiero”. Ma la verità è ben altra leggendo le delibere a corredo del comunicato della lista Patto Popolare per Monteforte: "C’è poco da essere fieri, visto che la struttura l’aveva proposta lui e la delibera di indirizzo relativa all’impianto che l’amministrazione stava valutando l’ha votata anch’egli in giunta. Ma Giordano, non conoscendo per nulla il funzionamento della macchina amministrativa, forse non sapeva che di quanto si discute nell’esecutivo vengono realizzati appositi verbali e in caso di approvazione, di progetti o intendimenti, ne consegue una delibera ad hoc. Probabilmente, ma questo è un nostro pensiero, perché quella proposta è stata la sua unica forma di partecipazione ufficiale all’azione amministrativa che per il resto ne ha registrato la completa assenza".

Questo il commento alla vicenda del sindaco uscente, ricandidato alla guida del Patto Popolare per Monteforte, Antonio De Stefano: “L'ho dichiarato sabato, dopo la presentazione delle liste, e ne sono ancora convinto: spero che questa campagna elettorale sia serena e pacata. Ma dopo aver fatto finta di niente davanti ad altre polemiche create ad arte, mi corre l'obbligo di ristabilire la verità su un’affermazione falsa che rischia di distogliere l'attenzione sui temi veri di questa “sfida” per il rinnovo dell'amministrazione comunale. In una lettera rivolta ai cittadini, l'ex vice sindaco Costantino Giordano, ora a capo della lista “Monteforte, si può”, accusa me e la maggioranza di essere stato estromesso dalla giunta perché non voleva si realizzasse sul nostro territorio l'impianto dei rifiuti per lo sfruttamento delle biomasse. Bene, lasciando stare l’opportunità di inserire questa ed altre accuse in quello che dovrebbe essere un elenco concreto di proposte rivolte agli elettori - ma questa è una questione di stile - voglio ricordare a me stesso e ai cittadini montefortesi che l'impianto non solo non è stato realizzato, ma cosa ben più grave, Giordano lo aveva proposto e aveva anche votato sì nella riunione dell’esecutivo. Inoltre, dopo tre anni è stato rimosso dall’incarico di assessore ma non ha lasciato la compagine, infatti sta terminando il mandato in maggioranza, quando avrebbe potuto tranquillamente passare all’opposizione o dichiararsi indipendente. La verità, evidentemente, è un'altra. Se a suo tempo c'è stato un cambio in giunta che lo ha riguardato, è stato solo dettato dalla palese inefficienza di Giordano nel ruolo di vice sindaco. Del resto se in cinque anni chi ora ci critica non è stato capace di produrre niente, allora il nodo attorno al quale si è cristallizzata la mia scelta va cercato altrove. Nessuna idea, nessun contributo concreto, nessuna proposta: non si può pretendere di fare il vice sindaco basandosi solo sulle preferenze ottenute come lui pretendeva. C'è bisogno di ben altro. Ci vogliono capacità, competenze, impegno. Tutte qualità che Giordano non ha dimostrato di avere allora, per cui non vedo come adesso possa addirittura ambire a fare addirittura il sindaco. Tra l’altro iniziando una campagna elettorale con una grossa bugia. E questo i cittadini di Monteforte è bene che lo sappiano”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Zona Rossa, la precisazione della Regione Campania

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AvellinoToday è in caricamento