menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Elezioni, D'Agostino: "Con la Lega una nuova visione della città"

In attesa della visita di Matteo Salvini in città si presentano i candidati

E’ l’unica donna candidata alla carica di sindaco Biancamaria D’Agostino, scelta dalla Lega di Salvini. Sul solco del “Cambia la città, resta ad Avellino” la candidata sindaco insieme ai 32 in corsa per il consiglio comunale si presenta agli elettori. Prima di andare nello specifico dei programmi ci tiene a precisare: “E’ mancata una visione comune circa il rinnovamento che non può non passare per le persone. La Lega ha creduto a questa nuova visione della città e quindi ha deciso di andare avanti da sola – spiega la D’Agostino - Questo rinnovamento può davvero cambiare le sorti di una città oggi morente che si sta desertificando. Abbiamo la necessità di cambiare metodo di approccio, darò il mio contributo e sarò felice se i cittadini sposeranno la nostra nuova visione. Non scendo in polemiche con nessuno perché sono mentalmente proiettata al fare, al costruire. Posso solo dire che qui si parla di elezioni amministrative e qui si parla di persone. Non ci interessa parlare di fenomeni. Ci sono persone che hanno deciso di non limitarsi più a criticare dalle proprie poltrone l’operato degli amministratori. Hanno deciso di dare un proprio contributo per fornire, con spirito di servizio il miglior contributo per ben operare nell’interesse della città”. Tra i punti qualificanti del programma: “Immagino una città a misura di giovani. Voglio che i giovani non siano costretti ad abbandonare la propria città per studiare e lavorare. Dovranno avere la possibilità di costruire il proprio futuro con le loro famiglie per continuare a mettere radici nella propria terra. La visione che ho di Avellino e come quella che ho della mia casa: sicura, ben organizzata, pulita, prospera. Tutto quello che desideriamo per la nostra persona, lo dobbiamo pensare per la comunità”.

Chi gongola per l’arrivo di Matteo Salvini previsto per lunedì 6 maggio è Sabino Morano: “La sua visita segna una discontinuità storica, non solo con chi ha amministrato in precedenza ma anche con chi stava con noi ed ha operato altre scelte. Finalmente c’è una destra che apre la campagna elettorale con il proprio leader per segnare l’inizio di una nuova era”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Scuola, medie e superiori in presenza: ecco quando

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AvellinoToday è in caricamento