Giovedì, 18 Luglio 2024
Politica

Distretto Idrico Calore Irpino, Beniamino Palmieri è il presidente: "In campo per salvare l'Alto Calore"

Il sindaco di Montemarano è stato eletto con 15 voti favorevoli: "La situazione è complicata, ma faremo la nostra parte nei tempi previsti, a costo anche di non dormire la notte"

Presso l'Ex Carcere Borbonico, l'EIC (Ente Idrico Campano) ha completato la procedura per l'elezione dei vertici e la nomina del presidente del Distretto Idrico Calore Irpino.

A ricoprire la carica di presidente del Consiglio di Distretto sarà Beniamino Palmieri, sindaco di Montemarano ed esponente di Italia Viva, unico candidato a tale incarico. Il neoeletto presidente si è aggiudicato la nomina con 15 voti favorevoli, 9 astenuti e 5 assenti.

Tra le elezioni degne di nota spicca, indubbiamente, quella di Ernesto Urciuoli: l'ex sindaco di Aiello del Sabato, con 16 voti favorevoli, entra nel Consiglio, in qualità di delegato per la provincia di Avellino presso il comitato regionale.

Di seguito, gli altri componenti del Consiglio, di cui 17 di maggioranza e 13 di opposizione: Gerardo Santoli, Gerardo Galdo, Ernesto Urciuoli, Michele Miele, Paolo Spagnuolo, Tommaso Moscato, Alessandro Napolitano, Nicola Moretti, Vito Di Leo, Beniamino Palmieri, Antonio Corbisiero, Gaetano Musto, Antonio Spiniello, Gianluca Camerlengo, Germano Di Rienzo, Pasquale Carbone, Michele Buonfiglio, Antonio Terranera, Costantino Giordano, Marcantonio Spera, Rocco D’Andrea, Michele Boccia, Giuseppe De Pasquale, Lorenzo Melillo, Michele Di Maio, Michele Vignola, Salvatore Maffettone, Raffaele Panzetta, Emilio Salvatore, Francescantonio Siconolfi.

Distretto Idrico Calore Irpino, elezione dei vertici e nomina del presidente

Palmieri: "La gestione del servizio idrico integrato deve restare pubblica per restituire all'Alto Calore la possibilità di salvarsi"

"Si parte da una grave situazione di emergenza, che è quella rappresentata dall'Alto Calore" esordisce il neopresidente Beniamino Palmieri. "Questa triste vicenda detta l'agenda, i tempi, quelle che sono le decisioni di merito rispetto a quanto compete all'Ente che ho l'onore di presiedere in questa fase. Ora, interloquiremo con l'Alto Calore e con lo staff di Napoli per organizzare, entro i tempi previsti, una nuova assemblea per deliberare la tipologia di gestione del servizio idrico integrato che, in questa fase, deve restare pubblica per restituire all'Alto Calore la speranza di potersi salvare".

"Nella vecchia gestione unificata dell'Ente, intervenne un elemento di novità che riguardava la richiesta di fallimento dell'Alto Calore, facendo venire meno uno dei requisiti relativi all'affidamento del servizio: fu il cortocircuito che ci ha fatto arrivare alla situazione attuale" ricorda Palmieri. "Mi auguro, ora, che chi ha disegnato questa roadmap per mettere l'Alto Calore nelle condizioni di potersi salvare, ossia il direttore generale dell'EIC, sia consapevole di quello che si sta facendo. Noi stiamo semplicemente mettendo i tasselli mancanti per consentire di conseguire l'obiettivo. Il fatto che ci siano delle difficoltà nell'affidamento determina un po' quella situazione del cane che si morde la coda: se hai l'affidamento, sei più forte rispetto al Tribunale, ma se ti trovi a vivere nel rischio di fallimento, nonostante la richiesta di concordato, il riconoscimento di tale affidamento può venire meno. La situazione è un po' complicata. Noi faremo la nostra parte nei tempi previsti, a costo di non dormire la notte".

"Voglio cogliere i sinceri segnali di apertura che si sono manifestati in questa sala e l'apprezzamento che ho ricevuto da esponenti del Partito Democratico e da Michelangelo Ciarcia" conclude Palmieri. "Dobbiamo tralasciare tutte le frizioni e concentrarci esclusivamente sul risultato. Sono fieramente appartenente a questa terra, dedico quest'elezione alla mia comunità di Montemarano, dobbiamo indossare questa maglia e difenderla con orgoglio".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Distretto Idrico Calore Irpino, Beniamino Palmieri è il presidente: "In campo per salvare l'Alto Calore"
AvellinoToday è in caricamento