menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Picariello (M5S): "Cipriano simbolo dell'arrivismo in politica"

La nota dell'ex vicesindaco

«Il Movimento 5 Stelle è uno soltanto e vuole una sola cosa: continuare a ripulire la città dai partiti che hanno mangiato alle spalle degli avellinesi. Vuole continuare a mantenere le promesse per le quali è stato votato. Come a livello nazionale, dove abbiamo realizzato il reddito di cittadinanza e quota 100, così a livello locale. Intanto, ad Avellino, vediamo altri partiti che hanno dichiarato ufficialmente addio alla propria coerenza politica. Un partito che si autodefinisce democratico ha detto addio alla sua storia, decidendo di svendere qualsiasi valore pur di arrivare al potere. Candidando a sindaco Luca Cipriano, il Pd dimostra di non avere più una classe dirigente degna di questo nome in città: i dem non sanno più a quale "santo" votarsi e giocano al ribasso pur di mettere nuovamente le mani sulla città».

Lo dichiara l’ex vicesindaco di Avellino, l’avvocato Ferdinando Picariello, il quale continua: «Il Pd propone alla guida di Avellino colui che, fino a poche settimane fa, era il suo acerrimo nemico, colui che maggiormente lo ha massacrato, offeso, dileggiato, colui che ne ha danneggiato l’immagine per i suoi comportamenti ancora non del tutto chiari quando era Presidente del Teatro Carlo Gesualdo. Oggi c’è chi si candida con lo slogan “W la Libertà”. Cipriano potrebbe tranquillamente candidarsi con lo slogan “W la coerenza”. Pur di raggiungere il suo scopo, Cipriano, in meno di 24 ore, ha rinnegato tutto ciò che ha detto nell’ultimo anno, togliendosi le vesti di rinnovatore e mettendosi a capo del vecchio sistema, quel sistema che diceva di voler combattere. A chiacchiere, evidentemente. Da ex presidente del Teatro, il “nostro” ha deciso di calarsi in un nuova parte, quella del burattino, manovrato sempre dagli stessi che, per 40 anni, hanno pilotato l’amministrazione comunale di Avellino. Luca Cipriano oggi è la massima espressione dell’arrivismo, del potere a tutti i costi. Chissà quanti suoi vecchi compagni di avventura “civici” avranno adesso il coraggio di seguirlo. “Mai Più” coerenza, al peggio non c’è mai limite. Dal canto nostro noi, nella nostra terra, non scenderemo mai a patti con il Pd di De Mita o con liste civiche di diavoli travestiti da angeli», conclude Picariello.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Ciclo vaccinale completo: la Campania ultima regione d'Italia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AvellinoToday è in caricamento