Elezioni, Di Maio in una sala mezza vuota: "Liberate Avellino dalla Prima Repubblica"

Il vicepremier proprio dall’Irpinia lancia il guanto di sfida a Matteo Salvini della Lega

Nel giro di 15 giorni Luigi Di Maio del Movimento 5 Stelle ritorna ad Avellino. Il colpo d’occhio non è stato lo stesso in occasione della chiusura della campagna elettorale per sostenere al ballottaggio Vincenzo Ciampi, candidato alla carica di sindaco. Al Teatro Partenio, il vicepremier parla davanti ad un numero molto esiguo di persone, probabilmente dovuto dall’orario dell’incontro.

Ma nonostante la sala più che vuota Luigi Di Maio annuncia: “Siamo a pochi giorni da un’occasione storica. Domenica potrebbe iniziare la terza repubblica in un Comune che non ha mai lasciato la prima. Che non mai lasciato quelle dinamiche di 70 anni fa che hanno frenato tante cose. Fino ad ora c’è stata la politica con il paracadute, ora bisogna fare uno sforzo, ricordare a tutti che si vota domenica perché non è così scontato. Unica opportunità di cambiamento è Vincenzo Ciampi. Avrete tutto il mio sostegno come comunità“. A fare da cornice sul palco la presenza del candidato sindaco Vincenzo Ciampi e il sottosegretario grillino Carlo Sibilia.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il vicepremier proprio dall’Irpinia lancia il guanto di sfida a Matteo Salvini della Lega, creando i primi malumori al governo. Pomo della discordia i vaccini. "Il contratto parla chiarissimo: noi vogliamo rivedere il decreto Lorenzin ma nel senso semplicemente di poter assicurare comunque una tutela vaccinale alle persone e soprattutto ai bambini. Poi - ha aggiunto - ognuno ha la sua opinione sui vaccini. Voi conoscete la nostra". Specifica poi sul reddito di cittadinanza: “Chi riceverà il sussidio dovrà dare ai comuni di residenza otto ore di lavoro gratis a settimanaperché l'obiettivo non è dare soldi a qualcuno per starsene sul divano ma è dire con franchezza: hai perso il lavoro - il tuo settore è finito o si è trasformato - ora ti è richiesto un percorso per riqualificarti e essere reinserito in nuovi settori. Ma mentre ti formi e lo Stato investe su di te, ti do un reddito e in cambio dai al tuo sindaco ogni settimana 8 ore lavorative gratuite di pubblica utilità”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scuola, caos e rabbia ad Atripalda: 'volano stracci' tra la dirigente e le mamme

  • Sabato sera di sangue, incidente mortale sul raccordo Salerno-Avellino

  • Elezioni regionali, chi sono i quattro eletti in Irpinia

  • Incidente mortale sul Raccordo Avellino-Salerno: le immagini del drammatico sinistro

  • Violenta aggressione ad Avellino, dipendente di un bar finisce all'ospedale

  • Incidente mortale, il dolore degli amici di Emanuele

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AvellinoToday è in caricamento