Politica

De Mita all'attacco del Comune di Avellino: "Perché esiste?"

Riunione del comitato regionale dell'Udc, eletto il direttivo

Riunione del comitato regionale dell’Udc al Bel Sito di Serino. Al centro del dibattito le prossime scadenze elettorali. Il segretario Giuseppe De Mita ha introdotto il lavori alla presenza del Presidente Ciriaco De Mita, i consiglieri regionali Petracca e Ricchiuti e dei segretari provinciali.

“Si apre una fase politica delicata – ha esordito – l’Udc deve essere pronta, dobbiamo agire contro il populismo. Come dice Blair saranno proprio le forze di centro ad avere un ruolo prioritario in questo senso in Europa”.
Poi l’attenzione come al solito è passata tutta sulle parole del leader di Nusco che ha uova mente tirato in ballo il sottosegretario Del Basso De Caro “Un uomo di Benevento parla senza sapere  ciò che dice – ha esordito”.
A seguire si è soffermato sui rapporti tra Udc e Pd: “In provincia di Avellino c’è un rapporto difficile ma c’è un rapporto tra noi e il Pd. Nel Pd ci sono tante persone, ognuna delle quali ha un suo Pd. C’è chi ragionando trova una via d’uscita e chi non avendo la ragione commette stupidaggini”
Infine l’affondo sull’operato dell’amministrazione comunale del capoluogo:” Perché il Comune di Avellino esiste?” si è chiesto ironicamente.


A margine dell’incontro è stata eletta anche la direzione regionale, composta da 44 membri. Gli esponenti irpini sono Ciriaco De Mita, Vincenzo Sirignano, Maurizio Petracca, Alberto Bilotta, Giuseppe Del Giudice, Costantino Giordano, Maria Rosaria Famoso, Erminia Renna.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

De Mita all'attacco del Comune di Avellino: "Perché esiste?"

AvellinoToday è in caricamento