rotate-mobile
Mercoledì, 5 Ottobre 2022
Politica

De Luca: "Lavoriamo senza sosta per completare i lavori presso l'Ospedale di Solofra"

Le parole del presidente della Regione Campania nel corso del consueto appuntamento con la videodiretta del venerdì pomeriggio: "Faremo rinascere il vecchio ospedale di Avellino" 

Nel corso del consueto appuntamento con la videodiretta del venerdì pomeriggio, il Presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca ha tracciato il punto della situazione sulle nuove misure della Regione a favore di famiglie e imprese per contrastare il caro energia, sulla scuola col ritorno in classe dei ragazzi, sull'andamento dell'epidemia Covid e su tutti gli altri importanti fatti della settimana in vista delle elezioni politiche del 25 settembre.

"Non ricordiamo un periodo come questo, con tutte queste preoccupazioni per le famiglie. Non abbiamo mai affrontato un aumento dei costi del 10%. I costi delle bollette triplicati", afferma il presidente della Regione. "È difficile immaginare, adesso, una qualche forma di fiducia nel futuro. Mi rivolgo a chi ha responsabilità pubbliche: facciamo prevalere la serietà e la responsabilità. Dopo la campagna elettorale dobbiamo far valere il principio di unità. Interventi concreti, visibili e percepibili dai cittadini. I “faremo” sono divenuti intollerabili da parte delle persone. Noi faremo tutto ciò che è nelle nostre possibilità per dare un aiuto alle nostre famiglie e alle nostre aziende. Stiamo cercando di mettere in piedi un impegno socio-economico degno di questo nome. Abbiamo varato un piano da un miliardo di euro di aiuti per il commercio, per le famiglie e per le imprese. In Italia abbiamo un paradosso. In questo momento il Sud potrebbe utilizzare 22 miliardi di euro del Fondo sviluppo e coesione, solo la Campania dovrebbe ricevere a conguaglio 5,6 miliardi di euro. A giugno hanno fatto un primo riparto e hanno dato un anticipo, poi si sono fermati. C'è qualcuno che sta pensando di bloccare questi finanziamenti per poter fare un altro tipo di riparto dopo il 25 settembre: anziché l'80% al Sud e il 20% al Nord, vogliono invertire le proporzioni e portare i 22 miliardi di euro al Nord. Martedì presenteremo questo piano socio-economico. Contributi per studenti, per le attività sportive, cercheremo di bloccare gli aumenti nella bolletta dell’acqua. Cercheremo d'intervenire sul costo dell’energia. Ovviamente, la speranza è che il Governo nazionale faccia la sua parte. In questo momento il Governo è dimissionario e, quindi, ha difficoltà nel prendere qualsiasi decisione. Quando si governa bisogna fare i conti con la realtà e con i bilanci. In campagna elettorale, invece, si possono fare proclami”.

"Lavoriamo per completare i lavori in corso in alcuni plessi ospedalieri"

“Dal punto di vista sanitario, stiamo procedendo con attività molto importanti; a cominciare dall’ampliamento dei centri anti-diabete nella nostra regione. Lavoriamo per completare le progettazioni di alcuni plessi ospedalieri e - ancora - completare i lavori in corso in diversi ospedali; a cominciare da quello di Solofra. Per quanto riguarda l’emergenza Covid, fortunatamente, non registriamo nuovi picchi e nuove fiammate. Le terapie intensive sono vuote ma, sicuramente, dobbiamo mantenere comportamenti responsabili per limitare i problemi. Rimaniamo in attesa di nuove comunicazioni per quanto concerne la nuova campagna vaccinale, soprattutto per le persone a rischio". 

"Faremo rinascere il vecchio ospedale di Avellino" 

"Dopo una trentina di anni, abbiamo completato un intervento molto importante: l’autostazione di Avellino. Ci saranno 221 posti auto. Entro la fine di settembre, questa autostazione sarà completamente operativa. Dobbiamo solo attendere di limare gli ultimi dettagli burocratici. Ottenere qualche altra autorizzazione e, dopo, potremo davvero esserne orgogliosi. Vogliamo ricollocare gli uffici dell’Asl, poliambulatori e centri di medicina territoriale nel vecchio ospedale di Avellino, che si trova a cento metri dal corso principale. Abbiamo deciso di fare questo investimento e i lavori di consolidamento sismico sono stati già fatti. Le attrezzature e tutti gli investimenti dovrebbero arrivare intorno ai 20 milioni di euro. Un investimento enorme ma che noi vogliamo fare. Avremo, accanto un grande ospedale come è oggi il Moscati avremo, un’altra struttura di medicina territoriale nel cuore del capoluogo”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

De Luca: "Lavoriamo senza sosta per completare i lavori presso l'Ospedale di Solofra"

AvellinoToday è in caricamento