rotate-mobile
Politica

De Luca a gamba tesa su Alto Calore: “Sconta decenni di allegria amministrativa e porcherie clientelari"

Le parole del Presidente della Regione Campania: “Quando si fanno queste cose, poi si arriva al fallimento. Ancora oggi, non sappiamo come uscirne fuori"

A margine dell'insediamento del Consiglio della Camera di Commercio Irpinia Sannio, il Presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca si è espresso anche sulla questione Alto Calore: "L'ente sconta, per quanto ricordo io e per quel che mi è stato spiegato, qualche decennio di allegria amministrativa: qualcuno potrebbe parlare anche di porcherie clientelari, per essere più chiaro. E quando si fanno queste cose, poi si arriva al fallimento. Quindi, sono talmente pesanti i debiti accumulati che, ancora oggi, non si sa come ne usciamo fuori. Stiamo cercando di trovare qualche soluzione per risolvere questo problema".

"La Campania paga, ogni anno, 200 milioni di euro di interessi maturati sui debiti nella sanità"

"Noi già ci siamo dovuti far carico dei debiti accumulati negli anni Novanta nella sanità campana" ricorda De Luca. "La Campania paga, ogni anno, 200 milioni di euro di interessi maturati su quei debiti. L'attuale governo regionale, dunque, stacca ogni anno un assegno di 200 milioni e lo dà alle banche: è una cosa che fa male. Paghiamo il 5% di interessi, negli anni passati erano quasi annullati. Questa è una lezione per il futuro: la gestione allegra delle istituzioni la pagano, poi, i nostri figli. Sarebbe il momento di decidersi a fare le persone serie per non lasciare a chi verrà, dopo di noi, situazioni pesanti".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

De Luca a gamba tesa su Alto Calore: “Sconta decenni di allegria amministrativa e porcherie clientelari"

AvellinoToday è in caricamento