D'Agostino: "Il Sud ha bisogno di aiuti non di parole"

Il deputato di Scelta Civica chiede maggiore attenzione per il Mezzogiorno

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AvellinoToday

“Il Sud ha bisogno di un programma di interventi massiccio, concreto e definito in tempi brevi, non più di parole. E la denuncia di Enrico Zanetti sui trent’anni che serviranno per realizzare l’Alta Velocità Napoli-Bari è la fotografia più realistica del drammatico gap infrastrutturale che divide le due Italie“.
Lo dichiara Il deputato Angelo Antonio D’Agostino (Sc) rilanciando la denuncia del Sottosegretario all’Economia e leader nazionale di Scelta Civica, Enrico Zanetti, in aperto contrasto con il ministro delle Infrastrutture, Graziano Delrio, che all’inaugurazione del “Frecciarossa 1000″ aveva detto che per l’Alta Velocità nel Sud il problema è soltanto di “migliore connessione”.

“La verità – rincara D’Agostino - è che l’Alta Velocità si ferma a Napoli e a Salerno, che è un po’ come dire che si ferma ad Eboli. La verità è che il Mezzogiorno continua a restare anche fisicamente fuori dai circuiti dello sviluppo: o se ne prende atto e si interviene o la cura dei pannicelli caldi servirà soltanto ad aggravare l’esistente“.

Torna su
AvellinoToday è in caricamento