menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

D'Agostino: "Non è giusto fissare le tariffe in base alla residenza dell'assicurato"

D'Agostino ha evidenziato, poi, che il caro assicurazione, che colpisce in particolare il Sud, ha determinato un notevole incremento del fenomeno della circolazione con polizza contraffatta

Il deputato e vice presidente vicario di Scelta Civica, Angelo Antonio D’Agostino, ha predisposto un emendamento al Ddl concorrenza, attualmente in esame alla Camera, che vieta alle compagnie di assicurazione di fissare le tariffe sulla base della residenza dell’automobilista. Il testo – fa sapere il parlamentare - riprende un emendamento già presentato in passato da altri suoi colleghi di maggioranza, ma non recepito dall’Esecutivo. 

“Non ci possiamo rassegnare all'idea – ha dichiarato D’Agostino - che un automobilista di Napoli o Avellino, che non ha causato un sinistro negli ultimi cinque anni, debba pagare un premio significativamente più alto rispetto a chi, nelle stesse condizioni, risiede a Milano. E’ una discriminazione intollerabile contro la quale ritengo tutti i parlamentari meridionali debbano battersi.”

D’Agostino ha evidenziato, poi, che il caro assicurazione, che colpisce in particolare il Sud, ha determinato un notevole incremento del fenomeno della circolazione con polizza contraffatta: “Sono ormai tanti – prosegue il parlamentare - , e non solo in Campania, gli automobilisti che circolano senza la necessaria copertura assicurativa esponendo a grave pregiudizio chiunque subisca un sinistro. Per quanto riguarda i motocicli, il fenomeno è persino dilagante.” 

“E’ evidente – conclude D’Agostino – che occorre far fronte comune per dire basta ad una odiosa discriminazione e per affrontare il problema del caro assicurazione che colpisce ingiustamente i cittadini meridionali.”

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AvellinoToday è in caricamento