menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

D'Agostino: "Lascio le polemiche alle malelingue, io parlo dei risultati raggiunti da Renzi e Gentiloni"

D’Agostino, noto imprenditore con svariati interessi dall’edilizia, al gas, all’editoria, è anche capolista per la parte proporzionale del collegio Irpinia – Sannio

Angelo D’Agostino con un semplice “lascio agli altri le polemiche delle malelingue” riferito agli avversari candidati nel collegio uninominale della Bassa Irpinia per la Camera dei Deputati, preferisce sciolinare tutti i risultati raggiunti dal Governo Renzi e Gentiloni sostenuto convintamente nei 5 anni di mandato. La raccolta del libro bianco, viene distribuito in sala in occasione della presentazione della lista “Insieme”.

D’Agostino, noto imprenditore con svariati interessi dall’edilizia, al gas, all’editoria, è anche capolista per la parte proporzionale del collegio Irpinia – Sannio. Mette un primo paletto, proprio per riaffermare il suo “credo” di centrosinistra: “dopo le elezioni entrerò a far parte del gruppo del Partito Democratico”. Punta a coinvolgere i giovani nel suo progetto. “E’ il momento in cui deve prevalere la responsabilità. Dobbiamo arginare l’antipolitica. Da imprenditore conosco bene le difficoltà di questa terra, le problematiche di un ragazzo che vuole avviare un’attività. Dobbiamo sburocratizzare la pubblica amministrazione e ricostruire la speranza. Se me ne darete la possibilità lavorerò per questo obbligo morale”.

L’etichetta di imprenditore non lo infastidisce ma chiarisce: “Sono proprietario del mio gruppo ma non ho alcun potere decisionale. Inoltre non lavoro con il pubblico, ma solo con il privato”. Il Tunnel? E' ora che qualcuno si documenti perché il bando di gara fu predisposto quando io non ero ancora parlamentare, e nemmeno pensavo di poterlo fare, me la sono trovata ed ora debbo portare a termine il lavoro. La metanizzazione? Sono fantasie, non c'è nulla di stabilito e con il mio gruppo lavoriamo su scala internazionale. Al momento non c'è nulla di deciso su questa fantomatica gara milionaria. Quando sarà il momento se emergeranno conflitti di interesse, valuteremo. Noi non vogliamo creare problemi a nessuno”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Sono cinque le regioni che dal 10 maggio cambieranno colore

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AvellinoToday è in caricamento