rotate-mobile
Politica

Contro l’autonomia differenziata per l’Italia Mediterranea: "Penalizza il Paese e promuove una disgregazione ulteriore"

“Contro l’autonomia differenziata per l’Italia Mediterranea” il titolo dell’incontro promosso da “Cittadino Sudd”, questa mattina, presso il Circolo della Stampa a Corso Vittorio Emanuele ad Avellino

“Contro l’autonomia differenziata per l’Italia Mediterranea” il titolo dell’incontro promosso da “Cittadino Sudd”, questa mattina, presso il Circolo della Stampa a Corso Vittorio Emanuele ad Avellino. “L'autonomia penalizza l'Italia perché promuove una disgregazione ulteriore, già molto significativamente svolta da un regionalismo inefficiente e malato che, come la pandemia ha dimostrato, produce diversità e non ricchezza”, afferma il parlamentare Federico Conte. “Impedisce un progetto che riguarda l'Italia che ha il Mezzogiorno al centro. Mezzogiorno come nuovo baricentro degli equilibri geopolitici europei. Mezzogiorno che affaccia sul Mediterraneo, portatore di ricchezza e non soltanto di problemi. Mezzogiorno che può determinare, con un piano infrastrutturale adeguato, con una riorganizzazione delle regioni per funzioni e per servizi, con una valorizzazione delle città e delle aree metropolitane anche un nuovo contesto sociale nel quale svolgere la dimensione civica che sta soffrendo la mancanza della politica, la mancanza dei partiti, di una rete che colleghi i cittadini alle istituzioni. È questo lo spazio malato nel quale si è infilato, negli ultimi anni, un populismo di governo e di opposizione che ha impedito un ragionamento politico vero”.

“La Meloni vuole decidere da sola cosa dovranno avere i cittadini del Sud”

“Il Governo ha varato questo decreto al cui interno ci sono delle cose che, almeno al Movimento Cinque Stelle, non piacciono per nulla. Come vuole fare il Governo per garantire i diritti di tutti i cittadini? Li vuole decidere a Palazzo Chigi, senza coinvolgere il Parlamento”, dichiara il vicepresidente nazionale del M5S Michele Gubitosa. La Meloni vuole decidere lei da sola cosa dovranno avere i cittadini del Sud. Per noi non va bene. Noi vogliamo che il Parlamento decida quali sono i diritti garantiti a tutti i cittadini, non soltanto i settentrionali. Noi pretendiamo che, questi livelli, vengano garantiti perché c'è una grande differenza tra garantire e stabilire. Se la Lombardia, rispetto alla Campania, è più avanti per quanto concerne le infrastrutture, i servizi ai cittadini, la banda larga e gli ospedali, allora, prima di staccarla e renderla autonoma, sarebbe il caso di farle partire alla pari. Lo Stato è unico. L'Italia è unita”.

“Sono sotto gli occhi di tutti i ritardi che abbiamo nella Sanità campana e nei trasporti”

“Io mi soffermerei soprattutto su quello che è stata la gestione della nostra regione e della nostra provincia in questi anni; e tutto ciò che non è stato fatto”, dichiara il consigliere regionale Livio Petitto. “C'è ancora chi cerca di spostare l'attenzione su altre tematiche per non far uscire allo scoperto quelli che sono i danni che sono stati apportati a questa regione e a questa e provincia, scagliandosi contro l'esecutivo che si è insediato da qualche mese. Mi sembra surreale. Dovremmo parlare dei nove miliardi messi a disposizione nella programmazione 2014/20 che non sono stati spesi. Sono sotto gli occhi di tutti i ritardi che abbiamo nella Sanità campana e nei trasporti, i problemi, le problematiche legate ai trasporti. Per non parlare delle aree interne e della Sanità. Serve vigilanza, soprattutto da parte della deputazione che ci rappresenta”.

“Io non sono, in maniera totalitaria, contrario rispetto a questa ipotesi. Dico solo che sarebbe giusto partire tutti dallo stesso punto”, dichiara il sindaco di Avellino, Gianluca Festa. “Rimettiamo a posto le cose. Io, da ex sportivo, sono sempre stato per la meritocrazia e per la conquista dei risultati sul campo. Quindi non ho paura, eventualmente, di dover concorrere, competere con altre realtà, perché mi fido della mia realtà, della mia comunità, so quello che possiamo fare, so quello che possiamo ottenere e anche i grandi risultati che possiamo raggiungere. Serve un occhio un po' più attento a tutto il territorio”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Contro l’autonomia differenziata per l’Italia Mediterranea: "Penalizza il Paese e promuove una disgregazione ulteriore"

AvellinoToday è in caricamento