Politica

Serino, Rocco: "Interrogazioni presentate su TARI, streaming, emergenza idrica e legalità"

La nota del consigliere comunale

Mercoledì 23 dicembre si è svolta una vergognosa seduta del Consiglio comunale, in presenza, in spregio alle ordinanze regionali, i DPCM nazionali e soprattutto ai sacrifici ai quali sono soggetti tutti i cittadini di Serino e del nostro Paese. 

Dopo essere stato l'unico, ad inizio seduta, a ricordare la figura di Don Carlo (Giancarlo Regazzetti), il prete missionario, venuto a Serino all’indomani del sisma del 23 novembre 1980 e rimasto per alcuni anni, ho trattato i seguenti argomenti attraverso interrogazioni scritte, così come previsto dagli artt. 34 e 35 del Regolamento comunale per lo svolgimento delle sedute consiliari: 

Riduzione TARI per le attività commerciali;  

Emergenza idrica;  

Emergenza legalità a Serinocon relativa situazione legata ai centri di accoglienza uno dei quali soggetto a chiusura, dei recenti arresti e della sentenza della Magistratura che, a riguardo, diede ragione al sottoscritto e al giornalista Enzo Costanza

Richiesta consiglio comunale in streaming per garantire la sicurezza dei Consiglieri comunali, dei dipendenti pubblici dell'Ente e per coinvolgere quanti più cittadini possibile nella vita democratica della nostra comunità;  

Ho infine concluso il mio intervento chiedendo la creazione della pagina fb istituzionale "Comune di Serino", come avviene praticamente in quasi tutti gli ottomila comuni d'Italia. Infatti ritengo sia uno scandalo che a Serino le comunicazioni ufficiali, i messaggi del sindaco e gli aggiornamenti sul coronavirus, giusto per fare degli esempi, vengano diffusi tramite la pagina della lista elettorale dell'attuale maggioranza. Immaginate se il Presidnete del Consiglio GiuseppeConte avesse utilizzato la pagina fb del movimento 5 stelle oppure il Presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca quella del PD per fare le loro comunicazioni ufficiali. 

Finito il mio intervento, dopo un acceso scambio con il sindaco, sono andato via in coerenza con quanto dichiarato prima (a mezzo stampa e social network) e durante il consiglio comunale (mediante intervento scritto) in merito al mancato rispetto delle norme, oltre che del buonsenso, per contenere l'avanzata del coronavirus. 

A seguire le quattro interrogazioni presentate. 

Approfitto della presente nota per augurare a tutti i lettori ed ai cittadini di Serino buon anno con l'amarezza e la rabbia nel cuore di chi è consapevole che, al netto delle prese in giro del sindaco di Serino, tanti nostri concittadini rimarranno senza acqua corrente ancora per chissà quanto tempo. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Serino, Rocco: "Interrogazioni presentate su TARI, streaming, emergenza idrica e legalità"

AvellinoToday è in caricamento