Questione Alto Calore, Festa: "Qualcosa deve essere cambiato, il modello precedente ha fallito"

"Affideremo la gestione a un manager e, a lavoro finito, valuteremo"

Sulla vicenda Alto Calore Servizi, dopo le parole del consigliere Santoro, il primo cittadino, Gianluca Festa,  ha così risposto: 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Ringrazio il consigliere Santoro per aver riproposto il tema in Aula. Questo è un tema affrontato più volte, soprattutto dal sottoscritto. Oggi, parlare di acqua pubblica è molto più semplice. E' facile trovare la condivisione dell'opinione pubblica, così come delle forze politiche e sindacali. Rispetto alle gestioni, io sono stato il primo a condannare e puntualizzare come sono avvenute le cose. Ho ricordato come l'Alto Calore è riuscito a raggiungere la cifra record di 164 assunzioni. Ho ricordato il mio periodo per valutarmi perchè, nell'ambito di una gestione, devi tracciare sempre un bilancio. E' stato detto che, all'unanimità, si è giunti ad un testo. Non è vero! C'erano tre delibere e non erano uguali. Delle tre, quella presentata da me, Negrone e Genovese affermava che la gestione doveva essere pubblica. In quest'aula fu votata la mozione presentata da me, da Negrone e da Genovese. Fu una battaglia complicata e devo dare atto del fondamentale aiuto dei consiglieri Russo e Grella, che giunsero sulle nostre posizioni; nonostante il partito, probabilmente, avesse dato indicazioni diverse. Noi abbiamo recuperato la bellezza di 21 milioni di euro di debiti. In quegli anni, noi, abbiamo abbassato la massa debitoria. Abbiamo cominciato una gestione virtuasa senza condannare nessuno. Questo modello di gestione, invece, non funziona. Come fa un medico: quando si comprende la malattia si cerca di somministrare il medicinale giusto.  Io ritengo che abbiamo fatto un grande lavoro. Avellino deve dialogare per la tutela del bene acqua, così come abbiamo fatto con Caposele. Noi stiamo recuperando un ruolo e lo stiamo esercitando. Avellino e l'Irpinia cede l'acqua e, con spirito di solidarietà e disponibilità, a mezza Campania e alla Puglia. Il modello va cambiato e quando, ad agosto, l'ho detto, è soltanto perchè la prevenzione è più importante della cura. Convocherò un tavolo per sancire una proposta ufficiale per fare ripartire Alto Calore. A questo Ente serve tutt'altro perchè la strategia vista fino a questo momento è stata un fallimento". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Positivo al Coronavirus: è gravissimo al "Moscati"

  • Carmen, 14 anni, è scomparsa da Avellino: aiutateci a trovarla

  • Dramma in Irpinia, il comandante dei carabinieri è stato trovato senza vita

  • Coronavirus in Irpinia: 10 nuovi casi nelle ultime 72 ore, riapre la Palazzina Alpi al Moscati

  • Salgono i casi di Covid a Santa Lucia di Serino, uno anche a San Michele

  • Riapre Aloha ad Avellino, nuova sede e golose sorprese

Torna su
AvellinoToday è in caricamento