Consiglio Comunale, lo scontro tra maggioranza e opposizione si sposta in Prefettura

Il leader dell'opposizione Luca Cipriano ha annunciato di rivolgersi al prefetto: "L'amministrazione deve capire che sta sbagliando strada". E, nel frattempo, i consiglieri di minoranza si dimettono dalle commissioni consiliari

Non si placano gli animi tesi che infiammano il Consiglio Comunale di Avellino. Nel corso della seduta odierna, non sono mancate le polemiche, con l'intera opposizione - a eccezione di Carmine Montanile e Monica Spiezia - che lascia le commissioni consiliari e minaccia di rivolgersi al prefetto Paola Spena, al fine di far cambiare rotta a un'amministrazione che "sta sbagliando strada".

Cipriano: "Porteremo questo scontro in Prefettura"

Anima dei gruppi di opposizione, Luca Cipriano (Mai Più Avellino) ha annunciato la decisione da parte della minoranza di spostare lo scontro in Prefettura: "Vogliamo far comprendere le nostre ragioni, auspicando che questa non sia la fine, ma una nuova ripartenza. Non era mai successo che tutti i consiglieri di opposizione si dimettessero dalle rispettive commissioni consiliari e non per volontà, ma perché siamo costretti dinanzi al fatto che non riusciamo più a discutere, le regole non vengono più rispettate. Si litiga su tutto, senza pensare a cosa ne sarà del mercato, allo screening di Campo Genova che è un flop, alla Dogana, alle opere pubbliche, ai lavori da fare"

Non è mancata, dunque, la stoccata al sindaco di Avellino, Gianluca Festa: "Alle domande si risponde con le solite accuse, i rosiconi, Enjoy e altre stupidaggini di questo tipo".

La replica di Festa: "In dieci anni non ricordo tutta questa protesta"

Non si è fatta attendere, ovviamente, la risposta del primo cittadino: "In dieci anni che siedo in quest'Aula consiliare, non ho mai assistito a così tanta protesta da parte dell'opposizione e a così tanti tentativi di rivolgersi alla Procura della Repubblica o alla Prefettura. Noi stiamo cercando di amministrare, non di 'amminestrare' come avrebbe fatto qualcun altro. Stiamo portando il Comune fuori dal pre-dissesto, e la cittadinanza è stanca di questi continui piagnistei di persone che soffrono di crisi di astinenza dal potere".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Perturbazione nevosa in Irpinia: ecco tutti i comuni che scelgono di chiudere le scuole

  • In Campania arriva Burian: ondata di gelo e temperature polari

  • Spostamenti per andare dai congiunti e ospiti a casa: cosa succede dal 16 gennaio

  • Il pizzaiolo Maglione aderisce alla manifestazione pacifica #Ioapro: "Lavorare è un diritto"

  • Tragedia ad Avellino, donna muore dopo una caduta accidentale in casa

  • Nuovo Dpcm: sei regioni in zona gialla, due rossa e il resto in arancione

Torna su
AvellinoToday è in caricamento