rotate-mobile
Sabato, 4 Dicembre 2021
Politica

Cisl mette intorno al tavolo i consiglieri regionali per discutere di Irpinia

Rosetta D'Amelio, Carlo Iannace, Maurizio Petracca ed Enzo Alaia, hanno il peso della responsabilità. Sono tutti e quattro schierati nel centrosinistra e quindi a sostegno del neo governatore De Luca. Chi c'era prima è stato sonoramente bocciato dai cittadini

La Cisl irpinaSannio vuole istituire un tavolo permanente sulle problematiche irpine e metterci intorno i quattro consiglieri regionali neo eletti.

Rosetta D’Amelio, Carlo Iannace, Maurizio Petracca ed Enzo Alaia, hanno il peso della responsabilità. Sono tutti e quattro schierati nel centrosinistra e quindi a sostegno del neo governatore De Luca. Chi c’era prima è stato sonoramente bocciato dai cittadini.

Cinque i punti che la Cisl ha messo in evidenza: lavoro, studio, salute, assistenza e diritto ai servizi.

Ad ognuno dei consiglieri spazio per dire la loro.

 “Ora dobbiamo fare quadrato, avere capacità di proposizione e di elaborazione progettuale. Noi dobbiamo creare le condizioni di sviluppo qui, in Irpinia, per riqualificare l’esistente e valorizzare le risorse umane e produttive, che qui eccellono, per evitare le ‘fughe’ continue dai nostri paesi. Saremo noi, il governo di centrosinistra – mi auguro – a ridare segnali di speranza all’Irpinia. E a restituire, così, il futuro ai nostri figli” ha detto Enzo Alaia eletto con Centro Democratico-Scelta Civica

Naturale per Carlo Iannace della lista del presidente toccare il tema della sanità: “Fondamentale lo sblocco del turnover come primo passo. Bisogna investire da subito maggiori  energie per il registro tumori a cui tutti dobbiamo attingere come dati per analizzare l’incidenza reale di queste patologie e le forme di inquinamento. De Luca ha un decisionismo unico, nessuno può reggere il confronto. L’Irpinia è stata un’area penalizzata: il presidente, con la presenza sul territorio, ha dato rassicurazioni in tal senso”.

Di acqua, energie rinnovabili, ambiente ha parlato Rosetta d’Amelio del Pd: “L’Europa ci dà molti fondi per l’ambiente e questo, per un territorio come l’Irpinia, può rappresentare una occasione importante. Per il sociale necessario finanziare il fondo per la non autosufficienza”.

Molto più tecnico, quindi incline al suo ramo lavorativo Maurizio Petracca dell'Udc, che ha spiegato come “troppo spesso si fa confusione tra progetti ammessi a finanziamento e progetti con decreto di finanziamento”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cisl mette intorno al tavolo i consiglieri regionali per discutere di Irpinia

AvellinoToday è in caricamento